“Le quattro stagioni di Boscodirovo e altre storie” di Jill Barklem – Presentazione

Jill Barklem è una scrittrice e disegnatrice britannica le cui opere, benché considerate un classico (soprattutto in Inghilterra) sono relativamente poco conosciute in Italia. Pubblicate una prima volta negli anni Ottanta, queste brevi novelle hanno per protagonisti i topini di Boscodirovo (Brambly Hedge nell’originale), di cui sono narrate alcune avventure attraverso le varie stagioni dell’anno. Lo stile, sia nella narrazione che nelle illustrazioni (splendide) ricorda un po’ quello dei più noti racconti di Peter Coniglio della Potter. Le storie con ambientazione stagionale introducono e fanno conoscere personaggi che si ritroveranno poi anche nei racconti seguenti.

Le quattro stagioni di Boscodirovo e altre storie - edizione con copertina rigida che raccoglie tutti gli 8 racconti ambientati a Boscodirovo
Le quattro stagioni di Boscodirovo e altre storie – edizione con copertina rigida che raccoglie tutti gli 8 racconti ambientati a Boscodirovo

Il volume del quale intendo parlare racchiude tutte le storie scritte dall’autrice, ma sono disponibili anche edizioni diverse (per la maggior parte in formato tascabile): dei singoli racconti, delle quattro favole legate alle stagioni, delle altre storie ambientate a Boscodirovo. Personalmente, visto che le immagini sono davvero magnifiche e fiabesche, ho preferito investire nell’acquisto del volume rilegato che le contenesse tutte. Questo libro, con copertina rigida e sovraccoperta, delle dimensioni di 20×30 cm, viene venduto a circa 27 euro e come detto contiene l’intera raccolta di racconti (otto), che singolarmente costano circa 4 euro nell’edizione tascabile con copertina morbida (esiste un’ulteriore versione della Einaudi Ragazzi che propone due volumi contenenti 4 storie ciascuno, al prezzo di circa 7 euro nella versione con copertina morbida e 17 euro per quella con copertina rigida).

Come spesso accade per i libri illustrati per bambini, la scelta in tal senso è una questione assolutamente soggettiva, legata alle opposte esigenze di avere un volume le cui dimensioni tascabili permettano di portarlo quasi ovunque oppure di privilegiare un formato che faccia risaltare al meglio le illustrazioni. Nel caso dei racconti di Boscodirovo le illustrazioni sono tanto importanti quanto il testo, quindi il mio consiglio è di optare per l’edizione EL con copertina rigida e grande formato. Devo comunque ammettere che anche nelle edizioni tascabili i disegni sono ben riprodotti, nitidi e con colori brillanti; e siccome occupano di solito la maggior parte della pagina, benché il libro sia piccolo si riescono a distinguere con una certa chiarezza anche i dettagli.

Edizione singola di
Edizione singola di “Storia d’estate”, disponibile sia in formato tascabile che tradizionale

Le storie sono affascinanti nella loro semplicità, di stampo anglosassone e con un’atmosfera antica fatta di merende sui prati, conserve preparate in casa, corredi nuziali ricamati. Ognuno dei racconti parte da uno spunto che definirei quasi familiare (un compleanno, un matrimonio estivo, il vagabondare per i sentieri del bosco fino a perdere la strada di casa) per mostrare come, collaborando insieme e fornendo ognuno il proprio contributo, i topolini riescano a risolvere eventuali guai, organizzarsi al meglio e fare anche festa. Sono trame forse non molto avventurose ma che ribadiscono concetti importanti come la sincerità, l’operosità, l’altruismo. Il testo è adatto, sia per la costruzione ed il ritmo delle frasi, sia per la lunghezza delle storie (circa 30 pagine ciascuna) a bambini intorno ai 5 anni se qualcuno legge per loro, sui 7 se lo fanno da soli. In questo caso è comunque utile che un adulto resti accanto ai piccoli, perché spesso si incontrano parole non di uso comune (ottimo modo per arricchire il proprio lessico) che i bambini difficilmente conoscono.

Le illustrazioni infine sono probabilmente il punto di forza del volume: autentici piccoli capolavori, eccezionali per qualità e dettagli. Simili ad un acquerello nel ritrarre elementi naturalistici come gli alberi, i fiori, le bacche, si arricchiscono di particolari deliziosi per dar vita al mondo in cui vivono i piccoli topolini antropomorfizzati. Ecco dunque che l’autrice con notevole maestria ci mostra i vari ambienti delle ricche abitazioni ricavate dentro gli alberi del bosco, oltre che di luoghi come il mulino o la latteria. Ogni scena ricrea alla perfezione l’atmosfera di un cottage di fine Ottocento, con i piatti in bella mostra sopra la credenza, il letto a baldacchino dalle lenzuola ricamate, una biblioteca nel cui caminetto arde il fuoco. L’attenzione per i dettagli è notevole e, persino tralasciando i racconti a cui le illustrazioni si accompagnano, si potrebbero passare decine di minuti anche solo ad esplorare le pagine disegnate.

Una delle splendide, accuratissime illustrazioni realizzate dall'autrice Jill Barklem
Una delle splendide, accuratissime illustrazioni realizzate dall’autrice Jill Barklem

La mia esperienza: noi lo abbiamo cominciato a leggere quando mio figlio aveva circa 6 anni e mezzo e sua sorella 3 e mezzo, ma obiettivamente la bambina era un po’ troppo piccola ancora per questo genere di racconto sia in rapporto alla lunghezza che alla complessità (ci sono molti personaggi e la storia di solito si sviluppa in più luoghi o in un arco di tempo prolungato). Mia figlia infatti non è riuscita a seguire l’intera vicenza, si è stancata circa a  metà, ma l’ha comunque appassionata poter studiare le meravigliose illustrazioni,curatissime, con tanti dettagli e le delicate tinte ad acquerello. A mio figlio invece sono piaciute soprattutto le storie (meno quella estiva sul matrimonio di Papaverina e Polverino), che ha trovato interessanti perché un po’ diverse dalle solite e  perché – per usare le sue parole – gli davano la sensazione che dentro casa, accanto ai propri familiari, non potrebbe accadere niente di spiacevole.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 5 anni – lettura autonoma dai 7 anni03-reading-a-book

Valutazione: Boscodirovo è il luogo della magia per i piccoli lettori (ma anche per gli adulti che conservano il desiderio di sognare): non credo che ci sia nessun bambino che non rimanga affascinato ed attratto da questi splendidi racconti e dalle illustrazioni altrettanto ben fatte. Lo consiglio assolutamente!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...