“Tocca e senti” Dami Editore (collana) – Presentazione

Questa collana, con testi di Clementina Coppini ed illustrazioni di Tony Wolf, è composta da svariati titoli pubblicati una prima volta fra il 2001 e il 2002, ripresentati poi dal 2014 con una nuova edizione che cambia a quanto ho capito soltanto la copertina. I volumi della serie “Tocca e senti” sono libri che potremmo considerare interattivi in quanto, grazie alla presenza di un inserto in materiale diverso per ciascuna pagina stimolano i bimbi più piccoli ad esplorare tramite il tatto la realtà.

I volumi della collana sono: “Gli animali della fattoria“, “Gli animali del mondo“, “I cuccioli“, “I dinosauri“.

Copertina della nuova edizione de "I cuccioli"
Copertina della nuova edizione de “I cuccioli”

Inizio questa presentazione con un avviso: la catalogazione “tocca e senti” riportata in copertina potrebbe far pensare ad una collana sonora, nella quale sfogliando le pagine o premendo dei pulsanti si sentono i versi degli animali. Non è così, la Dami ha pubblicato molti libri sonori, ma nel caso di questi volumi il verbo “senti” ha un’accezione tattile e si riferisce al toccare la pelle, pelliccia o superficie esterna riprodotta per ogni animale trattato.

I vari titoli della collana sono strutturati tutti nel medesimo stile: un volume di piccole dimensioni (circa 15×15 cm), costituito da una decina di pagine cartonate molto spesse che in ogni coppia di facciate presentano un animale; la facciata di sinistra generalmente riporta un disegno e una breve filastrocca, mentre la facciata di destra è occupata da un’ulteriore disegno “in primo piano” dell’animale, una parte del quale è ricoperta da un materiale che ne simula la pelle, corazza o pelliccia. Ciò che cambia a seconda del volume specifico sono ovviamente i cinque animali esaminati nelle varie pagine: per esempio il libro “Gli animali” presenta zebra, gatto, coccodrillo, rana e scimmia, mentre “Gli animali della fattoria” raffigura pulcino, mucca, cavallo, agnello, cane.

Qualsiasi sia il libro scelto, è abbastanza sicuro che – almeno inizialmente – la possibilità di accarezzare materiali differenti incuriosirà i bimbi, stimolando la loro attenzione alle diverse superfici e sviluppando il tatto delle loro minuscole dita. Anche da un punto di vista puramente visivo, le illustrazioni sono accattivanti, colorate e con tratti ben definiti che anche i più piccoli possono apprezzare, senza troppi dettagli che rischiano di distrarre la loro attenzione.

Pagina interna del volume "Gli animali", con inserto tattile che riproduce la pelle della rana
Pagina interna del volume “Gli animali”, con inserto tattile che riproduce la pelle della rana

Questa collana non è molto diversa da altre basate sulla medesima idea, così come sono comuni un po’ a tutte le pubblicazioni con inserti di tessuto le critiche che si possono fare a questi libri – prima fra tutte il fatto che gli inserti, soprattutto quelli lanosi, potrebbero sfilacciarsi se toccati a lungo o messi in bocca. E’ vero, non si può certo negare, e trattandosi di libri per i più piccoli sarebbe forse stato meglio realizzare con maggior attenzione il “pelo” degli animali, d’altra parte dei bimbi di nemmeno un anno non dovrebbero essere lasciati soli e dunque starà all’adulto guidarli per impedire che mastichino troppo le pagine. Anche perché non è facile capire la composizione esatta di questi inserti e quindi è meglio evitare che vengano leccati o messi in bocca (la casa editrice sul retro indica infatti i volumi come sconsigliati prima dei 36 mesi per queste ragioni, ma è ovvio che dopo i 3 anni a un bambino questo genere di libro non interesserà più, mentre potrebbe costituire intorno all’anno un’interessante esperienza).

Si può osservare anche che le pagine non sono tante, ed anche questo è vero; sono comunque sufficienti per la limitata capacità di attenzione dei più piccini, inoltre il fatto che ci siano solo una decina di facciate permette che nonostante la loro robustezza e spessore il libro sia comunque facile da trasportare e maneggiare.

Quelli che per la mia esperienza sono in ogni caso i difetti principali di questa collana sono: la dimensione ridotta degli inserti tattili, il fatto che la pelliccia di alcuni animali in particolare non è molto simile al vero (fra tutti la rana e il cavallo), una selezione poco ampia dei materiali usati all’interno. Se per i primi due aspetti vale ancora il discorso che la collana “Tocca e senti” non si differenzia troppo dalle analoghe concorrenti, nel caso della scelta degli inserti ho sfogliato in epoca recente altri libri dello stesso tipo e ho visto che contengono spesso anche materiali meno comuni come plastica in rilievo, alluminio zigrinato, carta vetrata a grana abbastanza fine ed altro ancora.

Confronto fra una copertina della vecchia (a sinistra) e nuova edizione (a destra)
Confronto fra una copertina della vecchia (a sinistra) e nuova edizione (a destra)

La mia esperienza: avevamo acquistato il volume “Animali della fattoria” per mio figlio quando aveva circa 7 o 8 mesi ed in seguito lo abbiamo sfogliato spesso con la sorellina quando anche lei ha raggiunto più o meno la stessa età. Entrambi i bambini sembravano apprezzare la tipologia di libro, soffermandosi a guardare l’animale disegnato e toccandone la sezione “tridimensionale” mentre un adulto leggeva loro la filastrocca correlata, ma a posteriori posso dire che attualmente sono disponibili altre collane simili che potrebbero risultare più stimolanti sia sotto l’aspetto tattile che visivo, prima fra tutte la serie “Libri tattili” della Usborne a cui dedicherò il prossimo post.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 6 mesi02-reading-a-book

Valutazione: acquisto consigliato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...