“God Gave Us Christmas” di Lisa Tawn Bergren – Presentazione

Dopo aver parlato di un toccante libro in lingua inglese che descrive il Natale dal punto di vista di Maria, Tonight You Are My Baby: Mary’s Christmas Gift, quest’oggi ho scelto di presentare un altro titolo per bambini che non mi risulta sia mai stato tradotto in Italia, ovvero “God gave us Christmas” di Lisa Tawn Bergren. A quanto ho scoperto dalla quarta di copertina, questa scrittrice statunitense si è dedicata spesso ad opere religiose, fra cui la serie “God Gave Us …” di cui fa parte questo volume, suo terzo libro per bambini nel quale esplora con delicata originalità il mistero del Natale.

Copertina dell'edizione americana
Copertina dell’edizione americana

A dispetto di quanto il titolo (“Dio ci ha dato il Natale”) potrebbe lasciar intuire, quest’opera non ritorna sul racconto biblico della nascita di Cristo e non ci parla di Gesù nato in una stalla di Betlemme. Al contrario non viene menzionato alcun dettaglio strettamente connesso alla natività (ciò che di più pertinente potremmo ritrovare sono due illustrazioni in cui si notano delle decorazioni analoghe ai presepi), né viene affrontato l’aspetto di chi sia Babbo Natale o del perché celebriamo il Natale associandogli tale figura. Di fatto il libro non presenta nessuna delle comuni tradizioni natalizie (e da questo punto di vista potrebbe rappresentare dunque una delusione se è ciò che ci si aspetta); il messaggio su cui la Bergren si concentra è che Dio è ovunque.

La storia inizia con il piccolo cucciolo che chiede chi abbia inventato il Natale: forse Babbo Natale? lui vorrebbe trovarlo … Mamma Orsa allora gli risponde che Babbo Natale è difficile da trovare, ma che possono invece cercare Dio e accompagna il piccolo in una lunga passeggiata. Giunta poi la notte, Mamma Orsa sveglia il suo orsacchiotto invitandolo a venire a vedere Dio e gli mostra l’aurora boreale, con le sue splendide luci, il ghiaccio che cade in mare, i fiori che sbocciano. Un adulto potrebbe forse giudicare un po’ misere queste analogie, ma secondo me (basandomi anche sull’esperienza che ho avuto leggendo il libro ai miei figli) si tratta invece di uno stratagemma intelligente per avvicinare i bambini alla religione mostrando loro che possiamo davvero ritrovare il Signore in tutto ciò che ci circonda.

Quello che mi è piaciuto in questo volume è la capacità dell’autrice di parlare del vero significato del Natale senza demolire le credenze dei più piccoli in Babbo Natale: di solito i libri che ho sfogliato finora o parlano della nascita di Gesù o descrivono Babbo Natale nel suo affannato passaggio di casa in casa per consegnare i doni, quasi che una delle due tradizioni escludesse necessariamente l’altra. La Bergren ha avuto la grande intuizione di dare una giustificazione alla figura di Babbo Natale, senza sminuirlo o peggio ancora negarne l’esistenza, ma ricollocandolo dentro il messaggio cristiano di generosità e accoglienza degli altri.

Una delle pagine del libro: Mamma Orsa mostra al suo cucciolo l'aurora boreale
Una delle pagine del libro: Mamma Orsa mostra al suo cucciolo l’aurora boreale

Proprio come farebbero i nostri figli, il cucciolo d’orso pone delle domande che per lui sono importanti (il ruolo di Babbo Natale e dei regali nelle festività) e non è disposto a lasciar cadere l’argomento prima di aver avuto una risposta convincente; Mamma Orsa cerca dunque di chiarire i dubbi del suo piccolo con dolcezza e tenerezza, arrivando a dargli delle risposte davvero eccellenti, che riportano l’attenzione del piccolo (e la nostra!) sul reale significato del Natale, che va ben oltre l’aspetto un po’ consumistico che gli associa ormai nella società occidentale.

Alcuni dei passaggi sono forse non spiegati benissimo (ma questo potrebbe derivare da una mia conoscenza dell’inglese che si è un po’ arrugginita negli anni); in particolare quando Mamma Orsa indica al cucciolo i ghiaccioli che cadono in mare il testo mi pare che sembri indicare quasi che Dio è “quel” pezzo di ghiaccio, ma non è stato difficile, nel tradurre il paragrafo per i bambini, spiegare loro con qualche parola in più che Mamma Orsa si riferiva al potere di Dio, in grado di comandare all’acqua di congelare e poi di sciogliersi.

Un'altra pagina del libro: qui Mamma Orsa mostra al piccolo orso la bellezza di un fiore che sboccia
Un’altra pagina del libro: qui Mamma Orsa mostra al piccolo orso la bellezza di un fiore che sboccia

Le illustrazioni, opera di David Hohn, hanno un tratto morbido e dei colori sfumati che ben accompagnano il testo tenero e familiare. I disegni, benché non eccessivamente ricchi di dettagli, sono molto evocativi e testimoniano come nel passato dell’artista ci sia stata una fase in cui realizzava scenografie teatrali, delle quali questi disegni sembrano una replica in miniatura. Il cucciolo d’orso e la sua mamma, pur senza essere pesantemente antropomorfizzati come spesso accade nelle pubblicazioni per bambini, hanno un aspetto davvero spontaneo e catturano l’attenzione dei più piccoli coi loro atteggiamenti a metà fra l’umano e l’animale. Il libro (che ha copertina rigida e una quarantina di pagine) non è di grandissimo formato, circa 20×20 cm, ma questa dimensione permette comunque di apprezzare le illustrazioni e coglierne anche i particolari, soprattutto le diverse sfumature di colore e l’espressione molto ben resa dei due orsi.

La mia esperienza: ho letto questo libro ai miei due figli insieme a mio marito in occasione di un incontro in ludoteca, avevamo scelto il volume (nonostante fosse in inglese) perché eravamo attratti dalla prospettiva di condividere coi bambini l’immagine che l’amore di Dio si manifesta in ognuna delle cose che ci circonda. Abbiamo constatato che la storia è risultata gradita ai nostri figli, che hanno assistito al naturale ma inatteso passaggio dalla ricerca di Babbo Natale alla scoperta di Dio manifestando una serena e gioiosa partecipazione alle vicende del piccolo orso.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 3 anni – lettura autonoma dai 7 anni

Valutazione: acquisto consigliatissimo! 03-reading-a-book

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...