“Geronimo Stilton – Nel Regno della Fantasia” di Elisabetta Dami – Presentazione

Geronimo Stilton è un autentico fenomeno editoriale, talmente noto ormai – non solo fra i bambini – che sono rimasta un po’ in dubbio sull’opportunità di dedicargli un post. Poi ho ricordato quanto mio figlio ami i libri del pauroso ma intraprendente tipo, anzi topo, in particolare quelli appartenenti al ciclo Nel regno della Fantasia e ho deciso che valeva la pena spendere qualche parola su questi ottimi volumi.

Viaggio nel Regno della Fantasia
Viaggio nel Regno della Fantasia – Copertina del primo volume della collana

Come accennavo, Geronimo Stilton rappresenta ormai un “classico” della letteratura per bambini: dal 2000 (anno di pubblicazione dei primi volumi con la casa editrice Piemme) ad oggi ha superato le patrie frontiere e si è imposto nel mondo, arrivando a vendere oltre 115 milioni di copie (più di 30 milioni solo in Italia), tradotto in 45 lingue. Un enorme successo per il simpatico personaggio creato da Elisabetta Dami, che con la sua fantasia immaginò una serie di racconti d’avventura con un topo per protagonista, tanto che oggi la popolarità di Geronimo Stilton è globale non solo dal punto di vista geografico. Le storie di Geronimo sono disponibili, oltre che in formato cartaceo ed elettronico, anche su iPad e iPhone in forma di applicazione; molte di esse poi sono state trasformate in videogiochi ed una serie animata in due stagioni è stata trasmessa in televisione.

Geronimo è un giornalista, direttore dell’Eco del Roditore, il periodico più famoso di Topazia, l’Isola dei Topi dove sono ambientate le storie di Elisabetta Dami. Il nostro simpatico protagonista si trova spesso coinvolto in avventure improbabili, alle quali inizialmente cerca di sottrarsi a causa delle sue molte paure (di volare, degli animali selvaggi, dei serpenti) ma che poi risolve brillantemente grazie al proprio ingegno ed all’aiuto di amici e familiari e sulle quali si diverte a scrivere articoli, resoconti e libri.

Le storie sono movimentate, spiritose, piacevolmente originali pur seguendo un intreccio di base quasi immutato. Dopo una brevissima presentazione di una giornata in apparenza normale, Geronimo (dopo qualche buffo incidente che comporta botte in testa, ostacoli improvvisi e spaventi più o meno immotivati) si trova di fronte ad un mistero, la cui natura verrà svelata grazie all’intervento del protagonista ed all’aiuto degli altri personaggi ricorrenti come la sorella Tea, il cugino trappola, il nipote Benjamin. Di volta in volta il mistero di cui parlavo potrebbe essere ritrovare un antico tesoro (sommerso o nascosto nel deserto), scoprire cosa è accaduto ad una certa persona, sopravvivere in un castello apparentemente infestato dai fantasmi, rintracciare le origini della propria famiglia.

Elisabetta Dami
Elisabetta Dami, creatrice del personaggio di Geronimo Stilton (immagine presa dal sito https://vocedeigiovani.files.wordpress.com)

Grazie alla molteplicità di esperienze che Geronimo vive e racconta, il suo mondo si rivela davvero articolato, ben tratteggiato e piacevolmente simile alla realtà odierna, fatta di bambini che vanno a scuola ma hanno anche il cellulare. In questo universo narrativo, popolato di personaggi e luoghi ricorrenti che i bambini imparano presto a riconoscere, fanno capolino anche tratti mutuati dal mondo reale, sicché ogni libro fornisce anche qualche piccolo insegnamento, che può riguardare le usanze di una tribù di pellerossa, le tradizioni di Halloween, il modo in cui vivevano i cercatori d’oro nel Far West, il procedimento per ottenere un certo tipo di formaggio.

Il bello di queste storie è che riescono ad amalgamare tanti ingredienti diversi senza che la narrazione ne risulti appesantita, al contrario si apprezzano ora l’umorismo con cui Geronimo accetta le disavventure che gli capitano (ironizzando sui propri limiti e le proprie debolezze), ora gli insegnamenti che lui (e i piccoli lettori) traggono da quanto accade, poi si sente il cuore in gola per un passaggio pericoloso che i protagonisti devono superare, oppure si ragiona sugli indizi da seguire per individuare la soluzione di un rompicapo.

Un altro aspetto che mi fa giudicare in maniera molto positiva tutti i prodotti legati al mondo di Topazia è che in ogni racconto (o episodio del cartone animato) si sottolineano valori fondamentali come l’amicizia, la famiglia, la lealtà, il rispetto per gli altri, l’importanza di dare il meglio di sé cercando di superare i propri limiti. Nell’universo di Geronimo non troviamo supereroi ma topi normali, che collaborano per ottenere un risultato che individualmente sarebbe fuori dalla loro portata, e che non dimenticano di dire grazie a chi li ha aiutati o di fermarsi ad aspettare un compagno che è rimasto indietro.

Una delle pagine interne di
Una delle pagine interne di “Nel Regno della Fantasia” – immagine tratta dal ricchissimo sito http://geronimostilton.com/

Ma ciò che credo abbia fatto realmente la differenza nel decretare il successo di questi libri è la veste grafica davvero innovativa che è stata data ai romanzi e che nel corso degli anni ha davvero avvicinato alla lettura un gran numero di bambini. I testi non sono semplicemente alternati alle illustrazioni come capita nei tradizionali volumi per l’infanzia, ne sono letteralmente sommersi: frasi colorate con andamento a spirale oppure ondulato, lettere che alternativamente aumentano e diminuiscono di dimensione, esclamazioni scritte in modo da ricordare la sagoma di un oggetto oppure il profilo di una persona. Questi sono solo alcuni dei grafismi che si ritrovano in ognuno dei libri “firmati” Geronimo Stilton e che ne costituiscono ormai quasi il marchio di fabbrica.

Nel corso degli anni i titoli dedicati a Geronimo sono molto aumentati ed oggi si possono distinguere varie collane, tutte simili per stile ed aspetto, ma caratterizzate da qualche significativa variante nelle storie o nell’ambientazione. “Storie da ridere” è il primo ciclo, che ha ormai superato i 100 numeri, in cui ogni libro (di circa 115-120 pagine) costituisce il resoconto scritto in prima persona di qualche bizzarra esperienza vissuta da Geronimo. “Viaggi nel tempo” si distingue perché in questi volumi Geronimo e i suoi amici si ritrovano catapultati in epoche passate della storia (ed anche della preistoria); in “Cosmotopi” le avventure si spostano nello spazio profondo, su pianeti alieni ed astronavi; nella collana “Topinghi” i protagonisti sono una versione  a sfondo vichingo dei personaggi abituali.

Altro esempio di pagina interna del volume
Altro esempio di pagina interna del volume “Viaggio nel Regno della Fantasia”

Della collana “Grandi libri” fanno parte i volumi legati ai viaggi nel Regno della Fantasia, bellissimi libri in ciascuno dei quali sono raccolte alcune sottotrame diverse in cui Geronimo deve superare degli ostacoli, attraversare regni incantati e interagire con personaggi fantastici per raggiungere un obiettivo a cui lo ha chiamato tipicamente la leggiadra regina delle Fate. Lo spunto di ogni avventura è originale, ma spesso le creature incontrate sono mutuate dalle leggende o dal folklore, nel qual caso alcune pagine o riquadri incorniciati danno delle interessanti spiegazioni sulle loro usanze, il loro aspetto o altre caratteristiche che i bambini altrimenti non conoscerebbero.

Questi volumi, oltre a presentare storie interessanti dove come sempre l’altruismo e il coraggio hanno un posto fondamentale, accentuano più che mai gli aspetti di successo delle pubblicazioni precedenti: le scritte colorate che interrompono la normale pagina stampata, grandi illustrazioni a colori, mappe a tutta pagina dei regni attraversati dal protagonista, ma soprattutto le puzze e i profumi che si sprigionano strofinando una porzione di alcuni disegni particolari.

Due pagine interne dell'ultimo volume legato alle avventure di Geronimo nel Regno della Fantasia: "Grande Ritorno nel Regno della Fantasia 2"
Due pagine interne dell’ultimo volume legato alle avventure di Geronimo nel Regno della Fantasia: “Grande Ritorno nel Regno della Fantasia 2”

Riconosco che il prezzo dei volumi legati ai Viaggi nel regno della fantasia è alto (soprattutto i due ultimi libri, coi loro 35 euro circa sono davvero un po’ troppo cari secondo me, in fondo si tratta pur sempre di libri per bambini per quanto belli e curati) ma credo che varrebbe proprio la pena proporne uno ai propri figli, magari anche solo facendogli sfogliare inizialmente una copia presa in prestito in biblioteca. Sono certa che nessun bambino saprà resistere al libro con le puzze e i profumi e si sentirà piacevolmente attratto da una lettura appassionante, positiva, capace di farlo sognare.

Aggiornamento di fine 2015: è uscito in libreria un nuovo volume, il Decimo Viaggio nel Regno della Fantasia, che va a completare la serie già esistente, formata oltre che dai primi nove viaggi anche da due volumi extra Grande Ritorno nel Regno della FantasiaGrande Ritorno 2 nel Regno della Fantasia.

La mia esperienza: i libri di Elisabetta Dami sono ufficialmente rivolti ad un target di età compreso fra i 5 e gli 11 anni: una fascia davvero ampia, eppure credo che possano realmente appassionare un tal numero di bambini. Nostro figlio ha iniziato a leggere i libri della collana “Storie da ridere” nell’estate successiva al suo primo anno di scuola primaria. Ricordo che i primi due li abbiamo letti insieme perché lui aveva difficoltà ad impostare un ritmo che rispettasse la punteggiatura e desse la corretta intonazione alle frasi dette dai personaggi. In breve però è diventato autonomo nella lettura, al punto che all’inizio di quest’anno scolastico ha portato spesso a scuola i volumi del “Regno della Fantasia“, leggendoli durante l’intervallo e giocando coi suoi amici a decifrare i codici o seguire gli indizi raccolti da Geronimo. E in queste vacanze natalizie sul suo comodino, pronto per essere letto almeno una ventina di minuti ogni sera prima di dormire, ha sempre stazionato uno o l’altro di questi squisiti libri.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 5 anni – lettura autonoma dai 7 anni

Valutazione: acquisto davvero consigliatissimo! 03-reading-a-book

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...