Opinioni su uno scrittore: Julia Donaldson

Ci sono autori che entrano nel cuore, oltre che nella memoria, fin dalla prima lettura di una loro opera; nell’ambito della letteratura per bambini un esempio di questo fenomeno è sicuramente dato da Julia Donaldson e Axel Scheffler. Questa collaudata coppia di scrittrice ed illustratore è ormai famosa nel mondo per aver dato vita a molti volumi per l’infanzia, tutti contrassegnati dalle stesse caratteristiche vincenti: rime orecchiabili che rimangono nella mente dei più piccoli come il ritornello di una canzone, disegni coloratissimi e ricchi di dettagli che accompagnano la storia narrata descrivendoli così minuziosamente da costituire quasi un’istantanea di ogni scena.

L'autrice Julia Donaldson e un piccolo pelouche del suo personaggio più famoso, il Gruffalò
L’autrice Julia Donaldson e un piccolo pelouche del suo personaggio più famoso, il Gruffalò

 

Ammetto di essere parecchio esigente riguardo i libri da leggere ai miei figli: mi aspetto che siano interessanti, divertenti, educativi, ben illustrati, della lunghezza giusta per mantenere l’attenzione. Ebbene, i libri della Donaldson che abbiamo acquistato fino ad oggi soddisfano tutti questi criteri. Scritti interamente in rima, con un ritmo sempre vivace e mai stentato, portano in primo piano personaggi meravigliosi, magici e realistici al punto stesso. Le illustrazioni poi, in tinte vivide e allegre che catturano subito l’attenzione, con i loro tratti nitidi e la profusione di particolari donano a ogni pagina un’esplosione di vitalità.

Le storie, adorabili, sono ottime favole della buona notte: corte abbastanza per non stancare, lunghe a sufficienza per presentare i vari personaggi e approfondirne le caratteristiche che li rendono speciali, magicamente trasformate in filastrocche orecchiabili le cui rime conferiscono una ritmicità arcana al racconto. L’impianto narrativo ha quasi sempre una struttura classica, che ricorda le favole popolari come I tre porcellini o Cappuccetto Rosso, in cui le ripetizioni aiutano i piccoli lettori a far proprio il succedersi degli eventi.

Gruffalò, copertina dell'edizione inglese - tradotto in italiano anche col titolo "A spasso col mostro"
Gruffalò, copertina dell’edizione inglese – tradotto in italiano anche col titolo “A spasso col mostro”

Nel Gruffalò per esempio, forse il libro più famoso degli autori, un intelligente topolino passeggiando nel bosco per sfuggire a tre predatori pericolosi inventa un mostro immaginario, che sorprendentemente si ritroverà di fronte in carne e ossa (o meglio pelliccia e dentoni) nel cuore della foresta. Analoghe ripetizioni le troviamo in “La strega Rossella”, racconto di come una simpatica strega perda in sequenza vari oggetti (fino alla preziosissima bacchetta e alla stessa scopa volante) e venga aiutata a ritrovarli da animali sconosciuti che diventano così suoi amici. La ripetizione è ancora più accentuata in “Dov’è la mia mamma?”, commovente storia di una scimmietta che ha smarrito la mamma e viene aiutata a ritrovarla da una farfalla, volenterosa ma un po’ ottusa: per innumerevoli volte la scimmia descriverà un aspetto della propria specie, e altrettanto spesso la sua amica farfalla la condurrà da animali fra i più diversi, che con le scimmie in comune hanno ciascuno un diverso dettaglio.

Un aspetto interessante dei libri della Donaldson, apprezzabile forse più dagli adulti che dai bambini, almeno a livello consapevole, è l’ironia che permea l’intero arco della storia. Se i protagonisti sono animali, non mostreranno mai le caratteristiche che comunemente si associano loro: il topolino del Gruffalò non è timoroso e supera in furbizia tre predatori che nella letteratura popolare occidentale rappresentano sempre i vari risvolti dell’intelligenza (l’astuta volpe, il saggio gufo, l’acuto serpente). La strega Rossella smarrisce oggetti che sempre più sono identificativi del suo status magico e solo grazie all’aiuto degli amici riesce a ritrovarli, così come solo grazie al loro intervento eviterà una difficile situazione.

Pagina interna dell'edizione inglese del Gruffalò
Pagina interna dell’edizione inglese del Gruffalò

Se dunque le storie sono adorabili, le illustrazioni risultano a dir poco accattivanti. Illuminate da colori accesi ed allegri, non sono spaventosi nemmeno quando ritraggono mostri e draghi. Il Gruffalò, a dispetto dei suoi aculei e unghioni e denti bagnati di bava, ha grandi occhioni tondi che lo avvicinano idealmente ad un pelouche; i draghi che popolano il libro su Zog si declinano in tutte le sfumature dell’arcobaleno e quasi sempre esibiscono sorrisi più che ringhi. Anche Rossella, benché un po’ bruttina coi suoi ispidi capelli rossicci e il naso bitorzoluto, ha sempre il sorriso sulle labbra e un bel fiocco verde per fermare la treccia. Insomma, i bambini (anche i più piccoli) non si sentiranno mai minacciati né dalla trama né dai disegni.

Il tripudio di colori si fa ancora più intenso quando le scene riguardano la giungla, come in “Dov’è la mia mamma?”, oppure il mare, come in “Pesciolino”. In questi casi le pagine sono occupate da vivaci illustrazioni ricche di dettagli, che si apprezzano soprattutto nelle edizioni di grande formato con copertina rigida (la maggior parte dei volumi sono disponibili anche in formato tascabile, con copertina flessibile e dimensioni decisamente più compatte), che sono probabilmente la scelta migliore per godere appieno di questi disegni tanto curati.

La strega Rossella: copertina ed esempio di pagina interna
La strega Rossella: copertina dell’edizione tascabile ed esempio di pagina interna

Il “pubblico” ideale per questi racconti è costituito dai bambini in età prescolare, ma io credo che possano essere apprezzati anche da bambini più piccoli e un pochino più grandi. La scrittura in rima, ben ritmata e costituita da frasi semplici e corte, si rivela adeguata infatti anche ai bimbi di soli 2-3 anni o alle prime esperienze di lettura autonoma da parte di chi ha iniziato la scuola primaria. I più piccoli probabilmente non capiranno alcune delle sfumature sottese ai racconti, e per loro credo che sarebbero più indicati libri dalla trama lineare e “facile” – come “Dov’è la mia mamma?” oppure “La strega Rossella” rispetto ad altri come il Gruffalò in cui il bambino deve riuscire a comprendere che il mostro viene inizialmente inventato dal topolino per salvarsi, ma senza pensare che possa realmente esistere. In ogni caso anche a soli due anni e mezzo, addirittura prima, tutti resteranno incantati dalla cadenza delle filastrocche, sia nella versione italiana che nell’originale inglese.

"Dov'è la mia mamma?": copertina e pagine interne dell'edizione con copertina cartonata
“Dov’è la mia mamma?”: copertina e pagine interne dell’edizione con copertina cartonata

La mia esperienza: nel corso degli anni ho letto un sacco di libri ai miei figli, ma quelli della coppia Donaldson-Scheffler hanno un posto speciale nei nostri ricordi. Non hanno costituito solo un divertimento per i bambini, che amavano soprattutto sentirmi usare voci differenti per ciascuno dei personaggi, ma hanno rappresentato una lettura divertente per me. Tanti libri per questa fascia di età sono davvero noiosi dopo averli riletti per alcune volte, mentre questi (forse grazie alla musicalità dei testi in rima) rimangono sempre freschi e piacevoli.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 30 mesi – lettura autonoma dai 6 anni

Valutazione: acquisto fortemente consigliato! 03-reading-a-book

Libri di Julia Donaldson e Axel Scheffler:

Il Gruffalò (A spasso col mostro)
Gruffalò e la sua piccolina
La strega Rossella
Bastoncino
Dov’è la mia mamma?
Il gigante più elegante
Pesciolino. Cantastorie birichino
Una casetta troppo stretta
Bigio randagio
La chiocciolina e la balena
Zog
Il topo brigante
Superverme
Il libro preferito di Pablito
Harry Frumento e Betty Paglierina

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...