“Piuma Bianca” di Pablo Zweig (collana “Leggimi Prima!” Sinnos) – Presentazione

Il post di oggi è dedicato, oltre che al titolo “Piuma Bianca“, più in generale ad una collana che mi pare di aver capito risalga come concezione alla primavera del 2015 ma che io ho scoperto solo di recente, “Leggimi Prima!” della casa editrice Sinnos. Questa linea editoriale, rivolta ad un pubblico non solo di lettori autonomi ma più specificatamente di lettori alle prime armi (idealmente quindi possiamo immaginare gli alunni della prima classe di scuola primaria), è stata appositamente studiata per agevolare chi sta imparando a leggere.

La copertina
La copertina

Sono dunque presenti tutti gli accorgimenti che possono facilitare i bambini che si stanno accostando per la prima volta a storie un po’ più complesse della tipica paginetta sul libro di scuola: pagine spesse e resistenti (di formato 15-18 cm circa), sfondo di un bianco avorio che non affatica la vista, font ad alta leggibilità (stampato maiuscolo abbastanza simile alla scrittura a mano e con lettere molto spaziate, studiato appositamente in collaborazione con l’Università degli studi di Camerino), interlinea maggiorata. Il tutto per un prezzo di catalogo di 7 euro, ma che negli store online si riesce tipicamente a trovare a un euro circa in meno.

A livello di titoli, ho notato che la serie “Leggimi prima!” (analogamente alla sua sorella maggiore “Leggimi“, i cui volumi hanno un numero maggiore di pagine e quindi una porzione più consistente di testo) si caratterizza per la presenza di titoli originali: non troviamo nessuna delle fiabe e favole classiche, non miti e leggende, non storie della tradizione popolare. I racconti sono nuovi, con un’ambientazione contemporanea, il che mi sembra uno dei pregi maggiori di queste pubblicazioni che incuriosiscono i bambini grazie alle loro storie originali e sconosciute (perché un bimbo dovrebbe sforzarsi di leggere da solo Cappuccetto Rosso visto che sa già tutto ciò che sta per accadere?).

Se queste sono le caratteristiche generali della collana, veniamo ora al titolo in dettaglio. “Piuma Bianca” è la storia di un talentuoso pellerossa, grande attrazione del circo di Buffalo Bill. La vita di Piuma Bianca è sempre stata quella del circo, con il quale si è incessantemente spostato da una città all’altra; finché il circo non giunge proprio nella regione abitata dalla tribù a cui Piuma Bianca appartiene. Qui, accolto con affetto dai lontani parenti che abitano nel villaggio, il pellerossa viene a contatto con la natura, sperimenta la vita della tribù, sfrutta (per la prima volta non nella finzione dello spettacvolo) le sue abilità. E così, quando la carovana riparte per la prossima meta del suo giro di spettacoli, Piuma Bianca decide invece di mettere radici nella sua terra.

La storia, pur non essendo particolarmente complessa, è divertente e cattura l’attenzione dei bambini; d’altra parte in sole 32 pagine (occupate per la maggior parte da disegni) è praticamente impossibile condensare la pienezza narrativa di un romanzo, dunque io credo che l’importante sia mantenere vivo l’interesse dei giovani lettori con vicende non scontate, spassose, possibilmente accompagnate da illustrazioni accattivanti.

E mi sembra che “Piuma Bianca” possieda tutti questi requisiti: il testo, benché essenziale e lineare, si snoda con qualche colpo di scena che spinge i bambini a proseguire nella lettura, riservando loro sorprese e momenti divertenti che ripagano dello sforzo impiegato per proseguire. Il finale soprattutto, tenero grazie al lieto fine e in un certo senso di riscatto visto che permette a Piuma Bianca di sviluppare appieno le sue potenzialità, permette ai bambini di terminare con soddisfazione la lettura.

Esempio di pagine interne
Esempio di pagine interne

Anche le illustrazioni, molto colorate e nitide, dominate da linee (rette o curve) ben definite e da contorni che richiamano le figure geometriche più semplici, si stagliano allegre sullo sfondo chiaro delle pagine. E, con il loro stile moderno che ricorda un po’ i cartoon, cooperano a rendere la lettura di questo volumetto un’esperienza piacevole.

L’unico appunto che mi sento di fare a questa interessante collana è la mancanza, al termine del libro, di qualche “giochino” come ne compaiono talvolta in pubblicazioni analoghe. Cinque o sei paginette con piccoli enigmi legati alla storia appena presentata potrebbero aiutare i bambini a focalizzare ciò che hanno letto poco prima (perché da piccoli il rischio è proprio che si legga senza capire o ricordare tutto), donando maggior completezza all’esperienza fatta.

La mia esperienza: il bambino a cui abbiamo regalato questo libro (e un altro della stessa collana) si è dimostrato subito attratto dalla vivace illustrazione della copertina e ha iniziato a leggere la storia di Piuma Bianca pochi minuti dopo aver scartato il pacchetto che conteneva i due volumi. Pur con le pause e le incertezze di un bambino che frequenta la prima elementare, è riuscito nel giro di un quarto d’ora a terminare la lettura, ridendo in certi passaggi e soffermandosi altre volte a commentare i disegni colorati e pieni di brio.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 3 anni – lettura autonoma dai 6 anni

Valutazione: acquisto davvero consigliato! 03-reading-a-book

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...