Non è un libro ma … Recensione di un gioco da tavolo: “Hisss (Regenbogenschlange)”

Dopo aver recensito il gioco di carte con meccanica push your luck “Cioccolato stregato” (questo il post), oggi ho deciso di parlare di un altro gioco molto semplice, destinato ai piccolissimi, ottimo da portare con sé in vacanza perché occupa probabilmente lo stesso spazio di un pacchetto di sigarette – non so dire con precisione perché io non fumo. Il gioco in questione è “Hisss“, conosciuto anche con l’impronunciabile ma calzante nome di Regenbogenschlange (serpente arcobaleno).

La scatola dell'edizione inglese (il gioco, regolamento a parte, è del tutto indipendente dalla lingua)
La scatola dell’edizione inglese (il gioco, regolamento a parte, è del tutto indipendente dalla lingua)

Come lascia intuire il titolo tedesco, protagonisti del gioco sono i serpenti variamente colorati che si vanno via via a formare con le carte a propria disposizione. Le carte presentano o una testa o una coda (monocolori ad eccezione di una versione jolly con tutti i colori dell’arcobaleno) o un frammento di corpo, caratterizzato quest’ultimo dal presentare due tinte differenti alle opposte estremità, per esempio giallo e arancione o verde e blu. Come facilmente intuibile queste tessere, pescate a caso da ciascun giocatore, vanno combinate in modo da accostare due carte del medesimo colore e formare i propri lunghi serpenti (che per essere tali devono possedere un’unica testa, un’unica coda e almeno una parte centrale di corpo).

I criteri di vittoria sono altrettanto semplici: chi ha completato un serpente ne diventa il proprietario, quando tutte le carte sono state scoperte si contano le carte di ciascun giocatore (derivanti dai serpenti che ha completato) e chi vanta il maggior numero vince. In realtà queste regole giustamente molto semplici per avvicinare al gioco anche i più piccoli si possono complicare a piacere: vince chi ha il serpente più lungo, vince chi ha il maggior numero di serpenti serpenti, far pescare due carte alla volta scegliendo poi quale giocare in quel turno, impedire di completare i serpenti sul tavolo, eliminare i jolly multicolori.

La scatola dell'edizione tedesca
La scatola dell’edizione tedesca

L’ambientazione è a mio parere davvero ben pensata per attrarre i più piccoli, che si sentiranno coinvolti nella composizione di questi lunghissimi serpentelli colorati. Trattandosi di un semplice gioco di carte non si può dire che l’ambientazione stessa abbia un gran peso nel gioco, ma risulta comunque intrigante per i bambini a cui il prodotto è rivolto.

La componentistica è essenziale: 50 carte suddivise in 6 teste, 6 code, 36 corpi bicolori e due carte multicolori (una testa e una coda). La grafica di queste tessere è molto accattivante, con nuno sfondo che ricorda la sabbia del deserto (punteggiato di piccoli insetti o minuscole piante) e colori primari davvero vivacissimi che permettono anche ai più piccoli di distinguere senza dubbi una tinta dall’altra. Purtroppo le carte non sono plastificate, il che dandole in mano ai bambini potrebbe renderle meno resistenti, ma per fortuna sono abbastanza spesse, il che le rende meno fragili.

La meccanica di gioco è basata sul piazzamento tessere e la collezione di oggetti (i serpenti via via formati) non è banale come sembra, per lo meno in riferimento al pubblico cui è destinata. Mentre i bimbi veramente piccini intorno ai due anni possono sfruttare le carte unicamente per imparare a distinguere e confrontare i colori, già intorno ai tre anni i piccoli riusciranno a giocare con una certa logica, sviluppando la capacità di capire quando una cosa è insensata (un serpente con due code) o incompleta (serpente senza testa o coda). Crescendo affineranno poi la tecnica per vincere, iniziando a riflettere su quando sia meglio chiudere un serpente o meno, su quale sia il vantaggio di unire due serpenti, cercando di contare il numero di carte che già compongono un certo animale.

Questo simpatico, semplice gioco di carte è disponibile a quanto ne so solo nella versione inglese (Hiss) o in quella tedesca (Regenbogenschlange, la stessa che possediamo in famiglia), ma poiché è del tutto indipendente dalla lingua non si tratta di una caratteristica significativa. Anche perché il sito stesso della casa produttrice Amigo (alla quale si deve la pubblicazione del titolo in Germania) permette di scaricare un pdf con il regolamento di gioco in svariate lingue fra cui anche l’italiano. Anche la Gamewright (casa creatrice del gioco o distributrice per il mercato inglese, non sono riuscita a capirlo) mette a disposizione un regolamento, ma soltanto in inglese.

Le carte che compongono il gioco, sistemate in modo da formare parti di serpenti
Le carte che compongono il gioco, sistemate in modo da formare parti di serpenti

La nostra esperienza: è ovvio che un adulto non troverà entusiasmante giocare a “Hiss” (soprattutto più volte consecutivamente) ma io credo che ai bambini piacerà sicuramente. Noi lo avevamo regalato a mio figlio quando aveva circa tre anni e mezzo e prima lui poi sua sorella si sono divertiti moltissimo a comporre serpenti inventandosi poi condizioni di vittoria sempre più complesse per adeguare il gioco alle loro crescenti capacità tattiche e logiche. L’ultima partita per esempio è stata caratterizzata da un’innovativa possibilità di negoziazione/asta per cui in fase iniziale erano distribuite alcune carte a ciascun giocatore e poi gli altri potevano proporre degli scambi che sembrassero loro favorevoli (ti offro due carte corpo in cambio di una coda, ti offro un corpo verde-blu in cambio di uno arancione-rosso) prima di inziare con il pesca-piazza vero e proprio.

 

Queste le caratteristiche riportate sulla scatola:gif-board-games
Gioco da 2 a 5 giocatori
Età dai 4 anni in su
Durata di una partita: 15 minuti

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...