Citazione del giorno – #111

A quanto ne so la dea orientale dalle molte braccia è Kali, l’aspetto feroce e spaventoso con il quale la la mitologia induista identifica la Grande Dea, ovvero i princìpi femminili divini. Nel suo libro “L’incubo di Cape Cod” la scrittrice Clare Barroll parla di una dea birmana con molte braccia e la identifica come dea della pietà: non so se tale figura esista realmente, ma ho trovato toccante la spiegazione che uno dei personaggi del romanzo fornisce per questa figura dalle numerose mani.

KwanYin1

 

 

Mi mise in mano una dea della pietà birmana, piccola come la mia mano, di bronzo, così vecchia da essere coperta di una patina di ossido … “A dir la verità, però, la mia piccola dea ha tante mani perché possiede un infinito potere di donare. Il vero ruolo, speriamo, della donna.”

da “L’incubo di Cape Cod” di Clare Barroll

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...