Un consiglio di cucina: la ricetta delle scaloppine ai peperoni

Vitello, pollo, maiale, persino pesce: le scaloppine si prestano ad essere preparate con ogni varietà di carne (o pesce appunto) e con un’infinità di elementi d’accompagnamento, dai funghi al limone, dal pomodoro alle olive, dal vino bianco al marsala. Insomma, sono un secondo piatto davvero versatile, capace di soddisfare tutti i gusti e che è possibile preparare anche solo con le fettine di carne, un po’ di farina e mezzo bicchiere di vino bianco secco.

Alcune delle possibili varianti per la preparazione delle scaloppine: al vino bianco, ai funghi, al limone, alla pizzaiola
Alcune delle possibili varianti per la preparazione delle scaloppine: al vino bianco, ai funghi, al limone, alla pizzaiola

Nella ricetta di oggi io ne propongo una versione più ricca, che diventa quasi un piatto unico perché alla carne unisce anche una dose abbastanza sostanziosa di verdure, nella fattispecie peperoni. Ne risulta una pietanza non solo completa dal punto di vista nutrizionale, ma anche bella da vedere (soprattutto se si ha l’accortezza di scegliere un peperone di ciascun tipo, in modo che il piatto finale sia davvero colorato e scenografico).


CAM00686imgRICETTA DELLE SCALOPPINE AI PEPERONI 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di fesa di vitello (o vitellone) a fette – 3 piccoli peperoni, uno giallo uno rosso e uno verde – una cipolla piccola – farina – vino bianco secco – 3 cucchiai di olio – sale e pepe

Procedimento

Lavare i peperoni, asciugarli, pulirli privandoli del picciolo, dei semi e dei filamenti interni. Ridurli quindi in striscioline oppure tritarli grossolanamente. Tritare molto finemente la cipolla.

In un tegame far soffriggere la cipolla con l’olio (l’extravergine d’oliva ha un sapore più deciso rispetto all’olio di semi). Appena la cipolla sarà dorata aggiungere le striscioline di peperone. Volendo si può unire ai peperoni anche un pomodoro tagliato a dadini, ma personalmente preferisco che il sugo rimanga “bianco” e quindi non metto mai il pomodoro.

Aggiustare di sale e pepe, quindi far cuocere a fuoco moderato per circa 5 minuti; poi abbassare la fiamma, coprire e lasciar stufare per altri 20 minuti circa. In questa fase si devono rigirare spesso i peperoni, aggiungendo quando necessario poca acqua alla volta, in modo che serva come fondo per non far attaccare alla pentola i peperoni, che a loro volta rilasceranno un po’ di succo.

Trascorso un quarto d’ora circa della stufatura dei peperoni, preparare le scaloppine. Dopo averle infarinate (battendole leggermente per eliminare l’eccesso di farina), farle rosolare mezzo minuto per parte in una padella dove si è fatta scaldare una noce di burro (mettere le fettine di carne nella padella solo quando il burro è perfettamente sciolto e rigirarle una sola volta).

A questo punto versare nel tegame il mezzo bicchiere di vino e unire le fettine di carne; lasciar evaporare il vino e cuocere a fiamma bassa per altri 5 minuti circa. Se necessario si può aggiungere un mezzo bicchiere d’acqua ma sarebbe meglio muovere la padella per evitare che il brodo si restringa troppo e la carne possa attaccarsi al fondo. Estrarre infine la carne dal tegame e servire le scaloppine ricoperte con il sugo di peperoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...