Collana “Tre passi” di Emme Edizioni (Una storia da 5 minuti, Una storia da 10 minuti, Una storia da 15 minuti) – Presentazione

Nelle ultime settimane avevo già dato spazio sul blog alle collane destinate ai bambini che stanno imparando a leggere da soli (prima parlando della serie “Leggimi Prima!” di Sinnos e poi della sua analoga “I primi sassolini” di Mondadori). Poi mi sono resa conto che non avevo parlato di una collana simile che noi abbiamo molto apprezzato (ne possediamo una mezza dozzina di titoli ed altri li abbiamo regalati a cuginetti e amici): la collana “Tre passi” di Emme Edizioni, destinata – come riportato sul retro di copertina dei vari volumi – ai primi lettori tra i 5 e i 6 anni: a quei bambini che, appena appresi i primi rudimenti della lettura, vogliono cominciare a leggere un libro vero in modo autonomo.

Il retro di copertina, uguale per ogni volume, evidenzia le caratteristiche della collana
Il retro di copertina, uguale per ogni volume, evidenzia le caratteristiche della collana

Questa collana in effetti si sdoppia in tre proprio per venire meglio incontro a tutte le esigenze del suo giovane ma variegato pubblico: ecco dunque che i diversi libri sono identificati da un titolo “a cappello” che fa riferimento al tempo impiegato per leggere il libro stesso, idealmente identificato in 5, 10 o 15 minuti. Insieme ad una diversa durata del racconto cambia anche il font scelto per il testo, ma sempre uguale è lo schema di fondo dei volumi: tante illustrazioni colorate (di solito a pagina intera o almeno a facciata intera), un testo abbastanza lineare ma non scontato, una mezza dozzina di giochi finali, il tutto in 40 pagine nel formato standard di circa 14×18 cm.

Una storia in 5 minuti!” raggruppa i racconti più brevi, scritti in stampato maiuscolo e contenenti non più di 3-4 righe per pagina. I titoli a disposizione sono molti e spaziano dalle storie classiche (per esempio “Il sole e il vento” ripropone la classica favola di Esopo) a quelle originali, che credo siano state immaginate apposta per questa collana (fra queste “La collina dei folletti” e “La zucca orca“).

Quello che ho notato nei volumi che conosco è la presenza costante di una storia semplice da seguire ma con una piccola sorpresa finale, che stupisce il bambino e lo rende soddisfatto di essere arrivato (da solo) al termine della vicenda. Le pagine sono interamente occupate dalle illustrazioni, tipicamente a colori vivaci e ben collegate al racconto. I giochi al termine del libricino sono semplici esercizi che aiutano il bambino a focalizzarsi su quanto ha letto: simili a quelli presenti sui testi scolastici della primaria, hanno di solito anche qualche parte da colorare (attività perfetta per i più piccoli).

Una storia in 10 minuti!” è il livello di lettura successivo: racconti più corposi, scritti in corsivo minuscolo. Anche in questa fascia le illustrazioni sono molto presenti, ma una porzione maggiore di spazio è destinata al testo, che talvolta occupa un’intera facciata mentre quella adiacente è riempita dal disegno. Benché più sviluppati, anche questi racconti sono relativamente brevi: un adulto ci mette meno di 10 minuti a terminare la lettura, ma un bambino alle prime armi sicuramente ci impiegherà un po’ di più (anche perché nella nostra esperienza il corsivo è stato il carattere più difficile da padroneggiare).

Gli esercizi al termine sono anch’essi leggermente meno intuitivi di quelli che caratterizzano i volumi da 5 minuti, ma sono pur sempre poco più di piccoli giochi che i bambini risolvono da soli senza eccessivi sforzi. Qui ho individuato finora soltanto titoli originali (“La notte nel castello stregato“, che in effetti a noi è piaciuto poco, “Il bosco magico“, “Il fantasma“) ma non escludo che ne siano presenti anche altri mutuati maggiormente alla tradizione.

Esempio di un volume per ogni "livello" della collana: 5, 10 e 15 minuti
Esempio di un volume per ogni “livello” della collana: 5, 10 e 15 minuti

L’ultimo target della collana, rappresentato da “Una storia in 15 minuti!” identifica le storie più corpose, scritte in stampato minuscolo. Qui (nonostante le illustrazioni, sempre accattivanti e colorate) siano ancora molto presenti, il testo ha sicuramente un peso notevole nell’economia del volume. Anche perché le storie si fanno meno elementari, più caratterizzate da colpi di scena e misteri che richiedono non solo un tempo maggiore per la lettura, ma anche un grado di attenzione superiore per essere compresi.

Per quello che ho notato i racconti sono originali, forse un pochino più improntati alle preferenze delle bimbe (molte sono le storie con protagoniste femminili come “L’astuta Margot“, “La principessa senza paura“, “La principessa della luna“) ma comunque con titoli che possono interessare anche ai maschietti (quali “Il dottor Sotutto” o “Il lupo e il violinista“). Presenti come sempre i giochini finali, in linea quanto a grado di complessità con le storie narrate.

Oltre che dall’indicazione legata al tempo necessario per leggere il racconto e dal diverso font utilizzato per il testo, i libri sono caratterizzati anche sul davanti della copertina da un minuscolo bollino colorato che in qualche modo delinea il tono della storia o il tema più sviluppato: “da ridere”, “cose da femmine”, “da brivido”, “natura”, “animali”, “magia”, “100% avventura!”. Sebbene generalmente questa classificazione sia abbastanza pertinente, a volte risulta invece un pochino fuorviante: “La rosa del re” per esempio riporta l’etichetta magia, ma la magia è relativamente poco presente nel racconto, che si caratterizza quasi come macabro.

Copertina ed esempio di pagine interne di una storia da 5 minuti, "La collina dei folletti"
Copertina ed esempio di pagine interne di una storia da 5 minuti, “La collina dei folletti”

L’unico appunto che mi sento di fare a questa bella collana, davvero accuratamente studiata per accompagnare (con gradi di complessità sempre crescenti) il percorso formativo dei bambini, è legata alla decisione di abbinare le scritte in corsivo alle storie da 10 minuti. Personalmente, visto che il corsivo ci è sembrato la grafia più lunga da padroneggiare, avrei preferito che venisse associato ai racconti da 15 minuti (i più lunghi e complessi), in modo anche che la scrittura in stampatello minuscolo – insegnata a scuola prima del corsivo – potesse essere affrontata con vicende un po’ più semplici e brevi, quali appunto quelle da 10 minuti.

Vorrei infine osservare che a 5 anni (età consigliata secondo la descrizione del prodotto per tutte le tre fasce di libri) i volumi, anche quelli da 5 minuti, devono essere letti da un adulto. In questo senso le storie più brevi (da 5 minuti) risultano persino troppo semplici e corte, mentre sono adeguatissime quelle da 10 e 15 minuti. L’età ideale per avvicinarsi a questa collana io ritengo sia comunque verso la metà del primo anno di elementare, quando il bambino può leggere i vari libri da solo, affrontando di volta in volta testi più lunghi ed articolati.

La mia esperienza: possediamo parecchi volumi di questa collana, più o meno equamente suddivisi fra i tre livelli di lunghezza e difficoltà proposti. Alcune storie sono più divertenti di altre, è inevitabile; ad esempio la preferita di mio figlio è “Il dottor Sotutto“, che però (essendo uno dei racconti da 15 minuti) all’inizio non lo aveva entusiasmato perché faticava troppo a ricordare man mano ciò che aveva già letto. In generale posso dire che ritengo questa serie della Emme Edizioni davvero un ottimo prodotto, perfetto per allenare i bambini alle prime letture autonome divertendoli e coinvolgendoli.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 3 anni – lettura autonoma dai 6 anni

Valutazione: acquisto davvero consigliato! 03-reading-a-book

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...