Citazione del giorno – #135

Per quanto io non sia mai stata in India quel vasto paese mi affascina molto ed in particolare mi sento incuriosita ed attratta dalla sua millenaria cultura, dalle sue religioni e dai suoi templi, dalle fortificazioni che ricordano l’epoca dei rajah e degli spostamenti a dorso di elefante. Una delle descrizioni della realtà indiana che più mi è rimasta impressa fra le tante nelle quali mi sono imbattuta negli anni è tratta da un libro della Cartland, prolifica autrice britannica di libri romantici vissuta nel secolo scorso.

lucknowLucknow era famosa come patria delle più belle rose dell’India e delle più belle ballerine. Ma quello che vide per primo fu un formicaio di capanne di fango e strade affollate della più varia umanità, e di bestie feroci non escluse tigri impastoiate. Vi erano anche palazzi, tombe e moschee, un’appariscente fantasia architettonica e naturalmente il palazzo del governo, su un terreno in salita, dietro una cinta di alberi di aspetto molto inglese.

da “Fiori del mattino” di Barbara Cartland

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...