“Un regalo da Tiffany” di Melissa Hill – Recensione

[Titolo originale: A Gift from Tiffany’s]

Il mio giudizio in breve:

Chick-lit inaspettatamente carino per me che ultimamente non avevo trovato volumi davvero interessanti in questo genere narrativo. Lo stile è scorrevole anche se non spumeggiante, la trama per quanto prevedibile risulta non banale (anche se un po’ lunga la parte di recupero dell’anello), l’ultimo capitolo piacevolmente a sorpresa.

Copertina dell'edizione del 2014 con copertina flessibile, in vendita all'allettante prezzo di 4,90 euro
Copertina dell’edizione del 2014 con copertina flessibile, in vendita all’allettante prezzo di 4,90 euro

Avevo sentito parlare di questo romanzo nel 2011 quando ne era uscita la prima edizione italiana e le vetrine delle librerie mostravano file e file di volumi incoronati dalla targhetta che definiva “Un regalo da Tiffany” un best-seller da centinaia di migliaia di copie. All’epoca però io ero agli ultimi mesi di gravidanza e pur avendo acquistato il libro non lo avevo letto; pochi giorni fa l’ho ritrovato nello scaffale più alto della libreria e ho pensato di leggerlo visto che il periodo in cui è ambientata la storia coincide di fatto con l’attuale momento pre-natalizio.

Il libro, un po’ come certe commedie romantiche che trasmettono in televisione durante il periodo di fine dicembre, si potrebbe etichettare in effetti come una favola natalizia, che in questo caso ruota intorno alla proposta di matrimonio accompagnata da un bell’anello con diamante. La vigilia di Natale si recano infatti da Tiffany due uomini, Ethan per acquistare appunto un costosissimo solitario e Gary per cercare un regalino non impegnativo (un semplice braccialettino d’argento) da dare alla fidanzata. A causa di un piccolo incidente i pacchetti blu dei due clienti vengono scambiati e così un distinto professore si ritrova a fare la sua proposta offrendo un semplice braccialetto portafortuna, mentre una coppia altrettanto sorpresa si ritrova fra le mani un preziosissimo anello. Ovviamente il solitario deve tornare a Ethan ma le cose si rivelano tutt’altro che semplici e saranno necessarie trecento pagine perché l’uomo possa finalmente dichiararsi alla donna che ama.

Da un lato non riesco a spiegarmi come il libro abbia potuto riscuotere un successo così travolgente (è stato tradotto in 19 lingue e nell’estate del 2011 era un vero tormentone in autobus spiagge e centri commerciali), dall’altro non posso negare che pur nella sua prevedibilità il romanzo ha un discreto appeal. La trama è tutt’altro che complessa, incentrata intorno al duplice aspetto matrimonio-anello, da un lato perché il matrimonio pare davvero l’ideale di vita a cui tendono quasi spasmodicamente sia Vanessa che Rachel, dall’altro perché recuperare l’anello fortuitamente scambiato è il motore di tutte le successive azioni di Ethan. Eppure la Hill riesce a dare un certo carattere a questa storia vagamente da Cenerentola soprattutto grazie all’introduzione di Daisy, la figlioletta di Ethan, che fin dall’inizio si mostra vivace ed intraprendente e con la sua audacia sarà il cardine della componente “gialla” delle vicende.

Mi è piaciuta anche l’idea di seguire entrambe le coppie protagoniste, giocando come in un gioco di specchi coi parallelismi (o le differenze) nei loro destini. Ethan, Gary, Rachel e Vanessa vivono in simultanea i loro sentimenti e le loro vite si intrecciano, talvolta in maniera complementare, talvolta conflittualmente, non solo a causa dell’iniziale equivoco che ha portato allo scambio dei pacchetti di Tiffany ma anche per la personalità e le azioni dei personaggi stessi.

Le figure principali, ovvero i quattro adulti e Daisy, non sono tratteggiati con grande profondità – un po’ come se ogni eventuale indagine psicologica sul loro carattere si stemperasse nell’alone romantico dell’atmosfera natalizia e delle imminenti dichiarazioni d’amore – ma nel complesso risultano comunque abbastanza credibili. Per lo meno credibili quanto la storia più in generale, che per quanto calata nella realtà di New York o dell’Inghilterra contemporanei è più fantasiosa che plausibile.

Ethan è il classico gentiluomo inglese: per bene, restio a manifestare i propri sentimenti, ligio alle regole. Vedovo da qualche anno e con una figlia che adora, si intuisce presto che nella fidanzata Vanessa vede soprattutto la donna ideale per fare da madre alla piccola e dare stabilità alla loro famiglia. Ed infatti tutte o quasi le sue azioni sono condizionate dai pensieri e dai desideri di Daisy. Gary è decisamente più rude, meno attento, più egocentrico ed immaturo; la sua passione sono le moto e la maggior preoccupazione al momento è legata al periodo di crisi in cui si trova la sua azienda. Rachel è una ragazza semplice che vive con passione i preparativi del matrimonio forse perché, avendo perso da tempo i genitori, è ansiosa di formare una famiglia. Vanessa è soprattutto un’arrivista, una donna un po’ snob che provenendo da una famiglia non certo altolocata vede in Ethan un buon partito e che per non lasciarselo sfuggire non esita a tenere ben nascosti i propri segreti.

Personaggi dunque abbastanza stereotipati ma calati bene nel loro ruolo, dal quale non escono praticamente mai, e ravvivati soprattutto da qualche passaggio frizzante nella trama o da un tocco di humour (vagamente britannico) nei dialoghi. Mi è piaciuto anche che la componente romantica sia stata più emozionale che erotico-fisica perché più in carattere con le situazioni descritte e il carattere dei protagonisti.

Un regalo da Tiffany” non è certo un capolavoro letterario ma come lettura leggera, di svago, penso che sia se non perfetta sicuramente gradevole. Una delicata commedia rosa che con garbo mostra come i desideri alla fine si avverino, sì, ma non sempre nel modo in cui ci si sarebbe aspettati che accadesse.

Voto:gifVotoPiccola gifVotoPiccolagifVotoPiccolagifVotoPiccola

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...