Citazione del giorno – #151

Miti e leggende fanno parte di qualsiasi cultura, ovunque e in ogni tempo l’uomo ha tradotto in storie dal sapore favoloso ciò che non era in grado di spiegare e che non riusciva ad ignorare. Miti e leggende ci rimandano dunque alla più remota e lontana antichità, a uomini primitivi che abitavano nelle grotte vestendosi di pelli d’animale, oppure a civiltà ormai defunte che in una montagna perennemente circondata di nubi vedevano la dimora dei loro dei. Eppure la scrittrice di fantasy e fantascienza Ursula K. Le Guin riesce a spostare miti e leggende in un futuro fatto di astronavi e ipervelocità, mostrando una volta di più come il trasformare la realtà in mito sia tipico degli esseri umani di ogni luogo e tempo.

miti

Come si può distinguere la leggenda dalla realtà su quei mondi lontani tanti anni? Pianeti senza nome, chiamati semplicemente “il Mondo” dai loro abitanti; pianeti senza storia, dove il passato è mito e dove un esploratore, ritornandovi, scopre che le sue imprese di pochi anni prima sono divenute le gesta di un dio. L’irrazionalità oscura l’abisso del tempo, attraversato dalle nostre navi veloci quasi quanto la luce, e nell’oscurità l’incertezza e l’esagerazione prosperano come erbacce.

da “Il mondo di Rocannon” di Ursula K. Le Guin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...