L’estratto della settimana: “La bisbetica innamorata” di Lucia Cantoni

Eccomi al settimanale appuntamento con le anteprime dei romanzi; io non amo particolarmente gli autori nostrani e dunque la traccia “libro ambientato in Italia” proposta fra le cinque mensili della sfida di lettura a cui partecipo mi ha messa un pochino in difficoltà. Già la scorsa settimana infatti l’anteprima di un romanzo scritto ed ambientato nello Stivale non mi aveva convinta del tutto, questa volta ho cambiato genere e puntato su un rosa contemporaneo condito con uno spruzzo da chick-lit.

bisbeticainnamorata

Il volume oggetto di questo post l’ho scelto un po’ per caso fra i molti analoghi proposti dagli store online, non molto convinta a dire il vero dalla sua brevità (poco più di un centinaio di pagine) ma desiderosa di dare una chance ad una scrittrice che dalle note biografiche ho scoperto essere praticamente mia conterranea (io sono originaria di Varallo Sesia, Lucia Cantoni vive a Gattinara, cioè una trentina di chilometri più a sud).

La bisbetica innamorata” si preannuncia sin dal riassunto promozionale sui siti online di libri come un romanzo che punta probabilmente più sulle emozioni che sull’originalità: la protagonista, Cassandra, è una giovane donna che dopo una delusione amorosa vissuta in prima persona ad opera del fidanzato ed una un po’ meno intima dovuta ai tradimenti che il padre aveva disseminato nel suo matrimonio per anni, ormai vede la vita solo in bianco e nero, bugia contro verità. Per questo si vuole tenere lontana dagli uomini, che vede tutti come fedifraghi e bugiardi, e reagisce con scortesia persino quando un cliente nel negozio dove lavora le chiede un consiglio per l’acquisto di un maglione.

Peccato che – come intuibile nonostante il campione dell’anteprima si concluda prima di giungere al dunque, l’affascinante Thomas Solari non si limiterà ad un acquisto casuale nella boutique Mondo Cachemire, ma diventerà una scomoda e scombussolante presenza nella vita di Cassandra.

Che dire, il primo impatto con questo estratto devo dire che mi ha un po’ delusa: nella sua nota dell’autrice o meglio foglietto illustrativo la Cantoni parla di comportamenti macchiettistici della protagonista (e devo ammettere che un po’ si intravvedono già nell’assaggio dato dall’anteprima), ma pure di ilarità ed eccesso di ironia – due aspetti che almeno nell’estratto io proprio non ho ritrovato. Spero di non essere uno dei lettori bacchettoni citati nel medesimo paragrafo, sta di fatto che al massimo ho notato qualche battuta con del potenziale, ma assai più spesso mi è parso che la narrazione si facesse forzatamente colloquiale o una frase esasperasse la situazione nel (vano) tentativo di conferirle appunto un’ironia che invece continuava a mancare.

Senza contare che non solo non amo la narrazione in prima persona (l’unico caso in cui l’ho amata davvero è stato nell’avventuroso e vivace “Appuntamento con l’oro“), ma qualche passaggio mi è risultato davvero involuto e tutt’altro che scorrevole – un esempio fra tutti la frase Non mi interessa il parere della gente, non se non dimostra il coraggio … eccessivamente ricca di negazioni.

Cassandra, il personaggio sicuramente più sviluppato nell’estratto, è abbastanza prevedibile in tutto, dalla sua esagerata antipatia verso l’intero genere maschile, alla goffaggine che la fa traballare quando indossa delle scarpe col tacco, alla mancanza sia di un compagno sia di una carriera che il suo ricco e realizzato genitore possa approvare. Thomas nelle poche pagine che ho letto finora è appena accennato ma mi pare fra i due la figura più interessante, quella che potrebbe effettivamente nascondere un po’ di mistero e conferire qualche svolta inattesa alla vicenda.

Insomma, “La bisbetica innamorata” non mi ha particolarmente colpita, la lettura del campione iniziale mi ha lasciata indifferente, senza che si fosse sviluppato il desiderio di accompagnare i protagonisti nella loro storia e seguirne l’evoluzione. Soprattutto mi spinge a diffidare un po’ la brevità del romanzo, che temo non permetterà al’autrice di caratterizzare molto i personaggi né di conferire spessore ad un rapporto che prevedibilmente sarà fatto di forzata vicinanza e dell’ovvio passaggio dallo scontro all’amore.

Pur considerando quindi questo estratto tutto sommato promettente, non credo che proseguirò nella lettura, per lo meno non nell’immediato, e che continuerò la mia poco fortunata ricerca di un chick-lit che mi catturi sin dai primi capitoli.

Giudizio dell’estratto:reading_book-sad_smiley

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...