Suggerimenti lampo in cucina: la ricetta delle tartellette con ripieno cremoso al prosciutto e la ricetta delle tartellette aromatiche

Quando ero bambina ricordo che a casa dei miei genitori la domenica si portavano sempre in tavola un paio di piatti di antipasti; che fosse anche solamente una scelta di affettati e un piattino con dell’insalata russa o capricciosa circondata da uova sode e qualche verdura sott’olio e sott’aceto, il pranzo veniva regolarmente arricchito da qualche stuzzichino iniziale e da un dolce conclusivo.

tartellette

Io onestamente non sono riuscita a portare avanti la tradizione né durante gli anni in cui la famiglia era un ridottissimo nucleo di coniugi, né a maggior ragione da quando alla coppia si sono uniti i figli. Un po’ per la mancanza di tempo, un po’ perché i gusti delle persone sono diversi e un medesimo antipasto (a meno di ripiegare sempre sui salumi) non accontenterebbe tutti, finisco per scegliere quasi sempre di privilegiare piuttosto un primo o un secondo più elaborato ma tralascio l’antipasto.

Eppure mi sono resa conto che a volte basta davvero poco, sia in termini di tempo che di capacità (e di ingredienti) per creare qualche sfiziosa creazione con la quale aprire il pranzo in maniera decisamente ricca, l’ideale se al pasto partecipa anche qualche ospite (occasione nella quale più che mai a me sembra un po’ triste partire subito con il primo piatto).

Per il post di oggi ho dunque scelto di condividere due ricette che, grazie all’uso di basi già pronte (in un caso pasta brisée, nell’altro pasta frolla) permettono di imbandire un antipasto scenografico e gustoso in poco tempo. In entrambi i casi l’ingrediente principale della preparazione è il prosciutto cotto, affiancato dal formaggio e reso speciale dall’aggiunta di spezie o altri cibi dal sapore intenso.

La resa è abbastanza diversa perché una delle due preparazioni prevede la cottura in forno, mentre l’altra è pensata per servire le tartellette fredde. Entrambi i piatti comunque possono costituire una valida soluzione per una cena fra amici informale (non certo il cenone di Natale o di San Silvestro!) a cui tuttavia si vuole dare un tocco più ricco visto il periodo di festa nel quale ci troviamo.

 

davTARTELLETTE FREDDE CON RIPIENO CREMOSO AL PROSCIUTTO

Versare nel mixer 150 gr di prosciutto cotto (ridotto a dadini o striscioline), 30 gr di capperi e 3 filetti di acciughe sott’olio, frullare il tutto e poi aggiungere 150 gr di robiola, frullando per un attimo ancora in modo da amalgamare bene il formaggio agli altri ingredienti. Aggiustare di sale.

Ricavare da una base pronta di pasta frolla non zuccherata 8 tartellette, coprirne il fondo con carta d’alluminio, coprirle con fagioli secchi o pasta e cuocerle in forno già caldo a 180 gradi per circa 10 minuti. A volte al supermercato o nelle gastronomie si trovano addirittura le tartellette vuote già pronte, nel qual caso spesso non è neppure necessario cuocerle in forno.

Una volta che i gusci di frolla sono cotti (e fatti intiepidire), distribuirvi la crema al prosciutto. Il risultato migliore dal punto di vista estetico si ottiene sicuramente riempiendo con il composto una sacca da pasticcere sulla quale montare una bocchetta a stella, così da spremerla nelle tartellette con una certa eleganza, ma quando io ho fretta mi limito a versarla nelle tartellette di frolla a cucchiaiate (spianandola poi con la lama di un coltello) e tutto sommato le tartine non sono brutte nemmeno così.

Lasciare le tartellette in frigorifero per almeno mezz’ora prima di servirle, eventualmente decorate con qualche filetto di mandorla o delle foglioline di songino.

 

davTARTELLETTE CALDE AROMATICHE AL PROSCIUTTO

Da due rotoli di pasta brisée già pronta ricavare dei dischetti con cui foderare 8 stampini da tartellette. Preparare un trito aromatico misto con un ciuffo di prezzemolo, qualche foglia di basilico, una mezza dozzina di steli di erba cipollina e uno spicchio d’aglio.

In una terrina amalgamare 150 gr di prosciutto cotto tritato finemente, 250 gr di ricotta, 2 uova sbattute, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, il trito aromatico. Aggiustare di sale e pepe, quindi suddividere il composto nei gusci di pasta brisée e cuocere in forno già caldo a 200 gradi per circa 20 minuti. Servire le tartellette tiepide o calde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...