“Mamma raccontami …” della casa editrice Dami Editore – Presentazione

Sono stata parecchio in dubbio se scrivere o meno una recensione su questo libro perché, essendo stato pubblicato nel 2006, è ormai non facilissimo da reperire. Considerato però che gli store online più diffusi ne hanno ancora qualche copia – e spesso a prezzi scontati essendo un remainder! – alla fine ho scelto di dare spazio sul blog anche a “Mamma raccontami …“, uno dei primi titoli per bambini comparso in casa nostra poco dopo la nascita di mio figlio. E a suo modo un libro perfetto con cui iniziare l’anno nuovo (o comunque un nuovo mese) vista la struttura che lo caratterizza, basata sull’idea di fornire una breve storiella al giorno per 31 serate diverse.

mammaraccontami

Il formato del volume è un piccolo e sottile quadrato di 16×16 cm con copertina rigida e leggermente imbottita, ma pagine interne (una cinquantina scarse) sottili e non cartonate. In questo aspetto sta secondo me il più grave difetto del libro: visto che le storie raccolte sono davvero molto brevi (tipicamente una facciata, massimo due, sempre comprensive di illustrazioni) e complessivamente l’età più indicata per apprezzare questo libro è fra l’anno e mezzo e i tre anni circa, sarebbe stato forse meglio avere pagine più resistenti.

Detto questo, il contenuto del libro è una moderna ed animalesca versione della tradizionale storia della buona notte. Ci si può facilmente immaginare una piccola giraffina (quella dell’illustrazione che accompagna la filastrocca introduttiva) o un topolino come quello della copertina chiedere alla mamma di raccontare appunto una novella ogni sera, accanto al letto del cucciolo per rendergli la nanna più piacevole. Ed infatti le pagine a seguire mostrano un susseguirsi di piccoli raccontini che hanno per protagonisti degli animaletti – generalmente giovani come i destinatari delle storie.

Come intuibile dalla fotografia di un paio di facciate che ho riportato poco oltre nel post, i racconti sono molto brevi e quindi essenziali: il postino tartaruga vorrebbe abbandonare il lavoro ma cambia idea dopo aver recapitato una torta di compleanno a un bimbo, un pinguino freddoloso diventa felice (e molto colorato) quando la mamma gli realizza a maglia un berretto una sciarpa e un maglione, due asinelli canterini si esibiscono ad uno spettacolino, una mucchina golosa mangia tutti i fiori nel prato ma smette di farlo quando capisce che così le sue amiche api resterebbero senza nettare, un folletto cattivello sostituisce i semi del tasso-contadino per fargli dispetto ma alla fine nell’orto cresceranno simpatiche verdure dalla forma insolita come carote a piramide e melanzane a cubetti.

Le storie dunque non sono né complesse né paurose, al contrario c’è sempre un elemento rassicurante visto che i capricci o piccoli dispetti non hanno brutte conseguenze, la paura se presente viene affrontata accanto ai genitori, spesso il protagonista è circondato dai suoi amici e vive con loro le sue avventure. Talvolta la situazione di partenza è difficile (un pulcino si è perso, un anatroccolo ha paura dell’acqua) ma poi tutto si risolve sempre per il meglio.

Due delle storie raccolte nel volume
Due delle storie raccolte nel volume

Le illustrazioni che accompagnano ogni favoletta sono opera di Tony Wolf, Matt Wolf e Marco Campanella, tutti artisti che lavorano spesso per le pubblicazioni Dami ed il cui stile è facilmente riconoscibile da chi conosca questa casa editrice. Su uno sfondo dalle delicate tinte pastello si muovono i protagonisti delle varie storie, animaletti antropomorfi nell’espressione del musetto e in qualche dettaglio come l’indossare vestiti e l’avere in mano giocattoli o altri oggetti. Ogni pagina è quindi molto colorata e risulta facilissimo individuare la storia da leggere ogni sera perché nell’angolo superiore è disegnato un piccolo foglietto che replica un calendario, con l’indicazione del giorno del mese a cui quel raccontino è associato.

La mia esperienza: noi avevamo acquistato questo libro pochi mesi dopo la nascita di mio figlio e di conseguenza lo abbiamo letto tantissimo sia a lui che più tardi a sua sorella. Entrambi lo hanno apprezzato ma a posteriori mi sento di suggerire piuttosto l’acquisto di titoli simili (come uno dei volumi della collana Cubi della Dami, della quale conto di parlare a breve sul blog) che possiedano però pagine cartonate anziché sottili.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 15 mesi – lettura autonoma dai 6 anni02-reading-a-book

Valutazione: acquisto consigliato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...