Suggerimenti lampo in cucina: la ricetta della quiche con caciotta e prosciutto e della torta salata con verdure e formaggi

Chi segue il mio blog probabilmente lo ha già capito: a mio parere le torte salate sono una delle preparazioni più versatili ed interessanti che si possano realizzare in cucina. Certo, anche la pasta (classico italiano come niente altro a parte forse la pizza) o una frittata sono piatti rapidi, declinabili in tante varianti diverse a seconda di quello che si ha in frigo o in dispensa, ottime per un pasto da preparare all’ultimo minuto. Ma se si vuole dare un pochino di tono ad una cena improvvisata fra amici, oppure rendere più appetitoso un brunch domenicale, personalmente trovo che poche alternative siano valide quanto le torte salate. 

Ecco perché ho deciso di pubblicarne due ricette proprio oggi, nel giorno della festa della donna. A dir la verità non è questa un ricorrenza che io senta davvero come “mia”; mi pare più un modo per far pagare 10 euro un ramo di mimosa che fra due giorni costerà al massimo 3 euro, o per portare fuori a cena una compagna che poi magari si costringerà a cucinare per gli altri 364 giorni dell’anno col pretesto che si è troppo stanchi per uscire.

Ma per chi al contrario è una giornata importante, allora le mie ricette possono rivelarsi un buon jolly: facili e veloci da preparare, queste torte salate si possono cucinare di ritorno dal lavoro per improvvisare un pasto in poco tempo, insieme ai figli per fare una sorpresa alla mamma, come spuntino di mezzanotte dopo essere magari rimaste fuori a festeggiare con le amiche se rientrando a casa si sentono i morsi della fame.

Anche perché davvero quando si parla di quiche, torte o crostate salate, croissant al prosciutto, fagottini di formaggio, salatini e simili la regola è una sola: improvvisare, soprattutto con gli ingredienti. Non solo è quasi sempre possibile sostituire una verdura con un’altra, o un formaggio con un suo confratello di pasta simile, ma si può scegliere di rendere il piatto più ricco con l’aggiunta di uova nel ripieno, trasformarlo in un antipasto raffinatissimo preparando delle tartellette monoporzione, riutilizzare qualche avanzo che altrimenti passerebbe dal frigo alla pattumiera … insomma, con le torte salate si può davvero lasciar spaziare la fantasia.

Ecco allora che in questo post ho deciso di condividere due alternative, una quasi vegetariana ed una più sostanziosa e “carnivora”.

La quiche con caciotta e prosciutto cotto è una ricetta molto basilare e di velocissima preparazione, io vi ricorro quando faccio tardi in ufficio o i bambini sono particolarmente affamati perché permette di sedersi a tavola in meno di mezz’ora. A volte mi aiutano anche loro a prepararla perché è davvero una ricetta rapida e priva di difficoltà!

La torta salata alle verdure è un po’ più elaborata, richiede maggior tempo e una più ampia varietà di ingredienti, ma è anch’essa di facile preparazione e può costituire un sostanzioso secondo piatto dopo un primo leggero, magari in brodo.

 

 

davQUICHE CON CACIOTTA E PROSCIUTTO

Nel caso in cui (come faccio sempre io) si usi un rotolo di pasta sfoglia già confezionato, estrarlo dal frigorifero e stenderlo sopra la placca del forno (coperto dal suo foglio di carta forno) in modo che possa riposare a temperatura ambiente mentre si prepara il ripieno. Ricordarsi di bucherellare la superficie della sfoglia con una forchetta in modo che gonfi meglio durante la cottura.

Tagliare a dadini una mozzarella e circa 300 gr di caciotta (la nostra preferita è la casciotta di Urbino, ma abbiamo provato varie caciotte toscane e persino una bavarese e il risultato è sempre molto buono). Tagliare anche il prosciutto, circa 150 gr; nel caso in cui si abbia del prosciutto a fette ridurlo in listarelle sottili e poi taglizzarle ancora un po’, altrimenti ridurre a dadini una fetta più spessa.

Posizionare la pasta sfoglia dentro una tortiera (non serve imburrarla se si lascia la carta forno). Mescolare formaggio e prosciutto, quindi disporli sulla base di sfoglia ed infornare in forno già caldo a 180 gradi per circa 15 minuti (o comunque finché la sfoglia sarà dorata e ben gonfia). Servire tiepido. Con queste dosi la torta salata rimane abbastanza bassa ed è adeguata per 4 persone.

 

davTORTA SALATA CON VERDURE E FORMAGGI

Cuocere al vapore per 5 minuti 150 gr di zucca a dadini. Intanto dar appassire nell’olio un porro affettato finemente, unirvi 100 gr di piselli e 100 gr di fagiolini surgelati; aggiustare di sale e pepe. Dopo 5 minuti unire una zucchina tagliata a rondelle e dopo altri 5 minuti la zucca. Cuocere per un paio di minuti, quindi lasciar intiepidire e poi legare le verdure mescolandovi due uova sbattute con sale e prezzemolo.

Rivestire con la carta forno e poi con un rotolo di pasta sfoglia uno stampo; bucherellare la sfoglia con una forchetta. Riempire la base di sfoglia con metà del ripieno di verdure, distribuirvi sopra 100 gr di caciotta a fettine, versare le verdure rimaste e coprire anche questo secondo strato con 100 gr di scamorza a fettine. Cuocere in forno a 200 gradi per 30-35 minuti. Queste dosi sono l’ideale per consumare la torta salata in 6 persone.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...