Un aforisma al giorno – #46

Nell’ultimo aforisma che avevo scelto di pubblicare sul blog si faceva riferimento ad una casa senza libri: l’aforisma di quest’oggi è analogo ma questa volta l’oggetto in esame è una città senza librerie. Sinceramente non ricordo di aver mai visitato un paesino (a parte forse le più piccole frazioni o gli sperduti agglomerati di una mezza dozzina di edifici che in Islanda assurgono già alla dignità di comune) in cui non fosse presente un luogo dove poter acquistare dei volumi, anche se magari era solo un’edicola particolarmente ben fornita. Non posso dunque che trovarmi perfettamente d’accordo con la frase pronunciata dalla scrittrice e sceneggiatrice statunitense Gabrielle Zevin.

gabriellezevin

 

Una città senza libreria è un luogo senza cuore.

Gabrielle Zevin

 

Annunci

4 risposte a "Un aforisma al giorno – #46"

    1. Ciao Pietro, io rammento che parecchi anni fa lessi un racconto di genere vagamente fantascientifico in cui per l’appunto non esistevano librerie o biblioteche perché tutti i libri salvatisi dopo un cataclisma erano in mano all’oligarchia che deteneva il potere. Confesso di non ricordare nel dettaglio la storia, ma questo particolare mi è rimasto impresso perché mi aveva dato una forte sensazione di perdita, di incompiutezza. La mente e l’anima a mio parere necessitano di nutrimento proprio come il corpo, e non avere libri sarebbe una tremenda condizione di vita.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...