“Un adorabile bugiardo” di Deborah Fasola – Recensione

Il mio giudizio in breve:

Libro scorrevole che tuttavia non solo non avvince, nemmeno lascia il segno. Protagonisti poco approfonditi e verso i quali non ho provato particolare empatia, situazione irrealistica da commediola rosa di poche pretese, colpi di scena prevedibili, dialoghi piatti: pur senza essere un orrore, di questo libro non c’è nulla che mi abbia emozionata. Una lettura inconsistente che non mi sento di consigliare.

Copertina della prima edizione del romanzo

Siccome leggere è una vera passione per me, a volte capita che per spendere meno io approfitti di qualche sconto o promozione (soprattutto le offerte lampo di Amazon) e compri un ebook anche se non ho tempo di leggerlo subito. Quindi accantono l’acquisto e lo ripesco a distanza di mesi, quando ormai il titolo non mi dice assolutamente più nulla e la copertina, trattandosi del formato elettronico, dovrei andare a ripescarla premendo indietro una mezza dozzina di volte, cosa che nella maggior parte dei casi evito.

Un adorabile bugiardo” ha seguito – credo – proprio questo schema, tant’è che me lo sono ritrovata sul kindle senza più ricordare quando lo avessi acquistato. E ignorando tutto di trama o autrice mi sono tuffata nella vita della protagonista, Rebecca, graziosa ventottenne di New York la cui vita quasi perfetta si incrina da un giorno all’altro come solo nelle commedie contemporanee sembra accadere. Non solo Becks viene lasciata dal fidanzato, un affascinante dottore che la accusa di essere opprimente come una polmonite, ma nel giro di un paio di giorni perde il lavoro e a casa sua chiedono ospitalità l’amica di sempre Juls e l’amante di lei, Eric.

Se inizialmente Rebecca accetta di ospitare la strana coppia per affetto verso l’amica, presto si trova invischiata in uno strano menage fatto di tradimenti e rapporti stentati, che precipita definitivamente quando Juls sceglie di ritornare dal marito (abbandonando quindi l’amante) ma Eric invece di fare i bagagli si inventa una proposta che ha quanto meno del bizzarro: fingere che lui e Becks si siano innamorati così da far ingelosire i rispettivi ex e spingerli a ritornare sui propri passi.

Che aggiungere, come ho già sottolineato nel giudizio iniziale del romanzo, non solo questo spunto non è particolarmente originale, ma la Fasola lo sviluppa in una maniera che io ho trovato davvero poco coinvolgente. A partire dai protagonisti, abbastanza stereotipati ma soprattutto poco approfonditi: cosa piace fare loro? che cosa fa innamorare Eric di Rebecca? perché la protagonista non capisce fino all’ultimo chi è l’uomo che vorrebbe accanto e poi ha una rivelazione improvvisa e del tutto immotivata?

L’autrice non scava nell’interiorità dei suoi personaggi, li fa interagire senza spiegarne le motivazioni o suggerirne le ragioni intime. Tutto sembra ridursi ad un fraintendimento adolescenziale in cui non si vuole ciò che si ha e si desidera quello che possiede qualcun’altro. Il che stona con l’ambientazione imperfetta che invece giudico il tratto più positivo del romanzo: non tutto è come sembra, non tutti si comportano in maniera lineare e logica, i comportamenti umani sono presentati nelle sfaccettature più varie e senza pregiudizi.

Questa invece è l’edizione più recente disponibile in formato elettronico

La realtà immaginata dalla Fasola non è un dipinto nettamente bianco e nero, a dominare sono le sfumature che permettono a una moglie di tradire il marito con un uomo che a sua volta tradisce la compagna attuale, il tutto a casa di un’amica più o meno consenziente che finirà per diventare l’anima gemella di quest’uomo incostante e bugiardo. Oltre che incoerenti e spesso irrazionali, i protagonisti si distinguono infatti per la loro quasi patologica tendenza alla menzogna: mentono agli amici, ai familiari, alla persona amata; mentono per togliersi dai guai, per ottenere ciò che desiderano, per non far soffrire; affermano di mentire ma poi invece si comportano con onestà e viceversa.

Questa visione così poco manichea e quasi disarmante nella sua mancanza di giudizi o condanne, avrebbe potuto rendere il romanzo un chick-lit emozionante, basato su un carosello di scene inattese e battute divertenti. Invece personalmente ho trovato piatte e poco coinvolgenti tutte le vicissitudini narrate dall’autrice: un prevedibile matrimonio in una prevedibile famiglia chiassosa e invadente, un momento drammatico (ma risoltosi felicemente) che riavvicina tutte le figure in gioco così da permettere i debiti chiarimenti, una scena finale degna dei film strappalacrime che fanno dichiarare il reciproco amore dei protagonisti solo negli aeroporti o sulla cima dell’Empire State Building.

Si intuisce che la rete di inganni e manipolazioni ordita da Eric e Rebecca finisce per far scattare una scintilla fra i due, per innescare una complicità che va oltre le intenzioni iniziali, ma non c’è spessore nell’evolversi del loro rapporto perché – sinceramente – non vi ho trovato niente di caratterizzante, nulla di decisivo. Anche la serata di coppia a casa di Juls e marito, a parte sembrarmi una forzatura non molto credibile, non riesce ad offrire incisività alla narrazione perché è scontata in tutto, dal bacio in cucina alla scazzottata.

Un adorabile bugiardo” non è un romanzo “classico” con personaggi ben definiti nei quali ci si immedesima subito né le tipiche emozioni da colpo di fulmine; si avvicina piuttosto ad una umoristica rivisitazione della commedia romantica con forti iniezioni di indecisione e ripensamenti. Se solo mi avesse suscitato qualche sorriso, un po’ più di partecipazione, sarebbe stato una lettura davvero interessante. Invece si è rivelato scontato e nella media, consigliabile (forse) a qualche adolescente poco schizzinosa in cerca di romanticismo all’acqua di rose.

Voto: gifVotoPiccolagifVotoPiccola

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...