“Il mondo dei mosaici” della casa editrice Usborne – Presentazione

Ci sono libri , o almeno categorie di libri, che quando si hanno figli o comunque bambini piccoli per casa è praticamente inevitabile possedere; come se la crescita dei bimbi fosse accompagnata da un’analoga evoluzione della narrativa a loro destinata: libri morbidi da masticare, poi libri tattili, quindi le prime favole ancora con le pagine cartonate e i bordi arrotondati, finalmente le pagine sottili, poi un ritorno alle origini con volumi scritti in stampato maiuscolo quando si arriva in prima elementare …

mondomosaiciCi sono però anche tipologie di volumi più particolari, come i libri pop-up o i silent-book, che a volte si possiedono e a volte no, e proprio di questa categoria fa parte il titolo che ho scelto di presentare oggi, cioè “Il mondo dei mosaici” pubblicato dalla casa editrice Usborne.

Finora non ho parlato sul blog di libri come questo perché personalmente tendo a non considerarli libri a tutti gli effetti (non ci sono parole, non c’è una vera storia) ma piuttosto la raccolta di schede che indirizzano i bambini verso lo sviluppo della manualità fine. D’altra parte un po’ osservando le reazioni dei miei figli, un po’ scambiando quattro chiacchiere con altre mamme di bimbi in età prescolare, mi sono resa conto che spesso i bambini per dedicarsi ad una attività con coinvolgimento hanno bisogno di un certo impatto scenico. Nel senso che se devono fare un collage ma di fronte si trovano un foglio bianco, un tubetto di colla e qualche ritaglio di carta colorata non dimostrano grande entusiasmo. Viceversa se sul tavolo vedono ben sistemato tutto l’occorrente, magari addirittura qualcosa in più per stimolare la loro fantasia, allora almeno un tentativo sono più invogliati a farlo …

Ecco che allora in quest’ottica mi sembrano una buona scelta questi fascicoli (non saprei come altro chiamarli visto lo scarso numero di pagine e la mancanza di una trama) che propongono giochi a metà strada fra l’enigmistica e la manualità, come unire i puntini, completare i labirinti, incollare tesserine, colorare con la sabbia e così via. Anche perché un libretto, per quanto sottile, raccoglie i lavori fatti e mostra i propri progressi, due aspetti sempre cari ai bambini.

La scena della fattoria
La scena della fattoria …

Il mondo dei mosaici” – come il titolo lascia facilmente intuire – propone delle scene da completare con piccoli adesivi vivacemente colorati dalla forma geometrica (quadrati, rombi, cerchi, triangoli). Delle 36 pagine che lo compongono (aventi le ragguardevoli dimensioni di 24×30 cm) 24 sono dedicate alle tavole da completare, le restanti 12 invece riportano gli stickers. Quello che personalmente ho apprezzato soprattutto è il modo in cui le scene spaziano con notevole varietà andando a comporre una carrellata che copre luoghi e tempi diversi: si passa dai canali di Venezia alle rive del Nilo, da una vivace notte cinese alle Alpi innevate, dalle pianure africane ad una giostra medievale.

Sulla parte interna della copertina viene indicata Joanne Kirkby come illustratrice, mentre il volume nel suo complesso risulta curato da Sam Taplin: non so dire bene a chi si debba la scelta delle ambientazioni, ciò che salta subito all’occhio comunque è l’attenzione posta nel realizzare scene che catturino l’interesse dei più piccoli. Colori vivaci e spesso in contrasto, luoghi ricchi di dettagli, ma soprattutto tantissimi spazi bianchi opportunamente sagomati dove inserire gli opportuni adesivi.

... e quella della notte del capodanno cinese
… e quella della notte del capodanno cinese

Rispetto ad altre pubblicazioni analoghe (alcune anche della medesima casa editrice) ho apprezzato non solo il fatto che siano state disegnate scene complete piuttosto che soggetti singoli, ma anche che si sia cercato di non stilizzare eccessivamente le varie componenti dell’illustrazione. In questo modo la scena non perde naturalezza ed appare più realistica quando le sezioni bianche sono state ricoperte con gli stickers. Ovviamente una volta attaccati tutti gli adesivi il libro perde un po’ di significato, e forse non verrà nemmeno più sfogliato, ma considerato l’alto numero di stickers (oltre 4000) sono garantite alcune ore di svago e di divertimento.

La mia esperienza: ho acquistato questo libriccino in occasione di un compleanno per regalarlo al fratellino più piccolo della festeggiata (quando si conosce un po’ la famiglia mi pare proprio brutto lasciare fratelli e sorelle a mani vuote a guardare colui che compie gli anni mentre viene sommerso dai pacchetti). Non ho quindi una diretta esperienza di questo libro in particolare, ma siccome i bambini di solito amano attaccare adesivi e lui è proprio nell’età giusta per desiderare ancora di ripetere quasi all’infinito gli stessi gesti sono convinta che “Il mondo dei mosaici” gli piacerà.

Età per cui lo suggerisco: lettura dai 3 anni02-reading-a-book

Valutazione: acquisto consigliato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...