“Il grande viaggio del piccolo Babbo Natale” di Anu Stohner e Henrike Wilson – Presentazione

Quale modo più delicato ed intimo per avvicinarsi al Natale che riviverne le atmosfere attraverso storie che parlano proprio di questa festa? Io, come al mio solito, arrivo un po’ tardi ma questa volta mi sento giustificata perché il libro di cui parlerò oggi l’ho scoperto dopo il 25 dicembre, quando ieri sono andata a trovare una coppia di amici con una figlia piccola. Proprio a casa loro insieme alla bimba abbiamo sfogliato “Il grande viaggio del Piccolo Babbo Natale“, simpatico albo destinato a lettori già intorno ai tre anni.

Opera di Anu Stohner ed Henrike Wilson, pubblicato da Emme Edizioni, il libro a quanto ho scoperto è in effetti il terzo (o quarto) con protagonista il Piccolo Babbo Natale. A quanto ho capito in questo universo narrativo Santa Claus non è un individuo solo, al contrario è rappresentato da un intero villaggio con a capo il Grande Babbo Natale. E fra tutta la nutrita schiera di Babbi Natale all’opera uno si distingue per il fatto di essere piccolo – ma proprio piccolo – e di non venir molto considerato dai colleghi a causa delle sue modeste dimensioni.

Ideale seguito de “Il Piccolo Babbo Natale“, “Il Piccolo Babbo Natale va in città” e forse anche de “Il Piccolo Babbo Natale diventa grande“, questo episodio della serie vede un drammatico incidente mettere a rischio la consegna dei doni nella notte più magica dell’anno. Tutti i Babbi Natale grandi infatti si sono ammalati di pustole natalizie, sono rimasti sani soltanto Grande Babbo e Natale e Piccolo Babbo Natale (solitamente deputato a consegnare i regali agli animali). In due l’impresa è disperata, così la coppia decide di ricorrere all’aiuto degli animali per completare le consegne nelle varie città del mondo.

Personalmente non ho trovato molto intrigante questo racconto, lo confesso. Appezzo l’idea di mostrare che tutti possono dare il loro contributo, anche chi in apparenza non ha le qualifiche per fare la differenza, ma benché la storia sia originale non mi ha convinta più di tanto. Ho notato però che la figlia dei miei amici si immedesimava molto durante la lettura, forse perché quel protagonista così piccolo (proprio come lei in confronto agli adulti) le risultava meno estraneo rispetto a Grande Babbo Natale.

Ecco la serie di Anu Stohner e Henrike Wilson dedicata a Piccolo Babbo Natale; a quanto ho potuto capire facendo un po’ di ricerche su internet, “Il Piccolo Babbo Natale” è il primo volume, “Il Piccolo Babbo Natale va in città” il secondo, “Il grande viaggio del Piccolo Babbo Natale” il terzo, “Il Piccolo Babbo Natale diventa grande” il quarto. L’ultima copertina a destra, “Le più belle avventure del Piccolo Babbo Natale” è un’edizione tascabile che racchiude in un solo libro le prime tre storie.

Più simpatiche mi sono invece sembrate le illustrazioni, colorate e dal tratto tondeggiante. Mi è piaciuto il modo in cui momenti più teneri ed intimi si sono alternati a tavole dal tono decisamente scanzonato se non addirittura buffo (una fra tutte, la stanza simil-ospedale in cui sono ricoverati i poveri Babbi Natale con il viso pieno di puntini scarlatti e il loro caratteristico abbigliamento che fa capolino dalle lenzuola candide). Senza contare che, grazie al grande formato del libro, le tavole risaltano al meglio e paiono davvero appena disegnate sul foglio, come se l’artista avesse appena finito di colorarle.

Una delle tavole che preferisco per la sua atmosfera calda ed accogliente

La mia esperienza: non conoscevo la coppia di autori Anu Stohner e Henrike Wilson, anche perché confesso che non mi hanno mai appassionata più di tanto le rivisitazioni e nuove interpretazioni delle gesta di Babbo Natale. Riconosco però che quando, insieme al suo papà, ho letto questo libro con la piccola a cui appartiene lei è stata molto presa dalla storia, in particolare sembrava che la interessasse il ruolo giocato dagli animali nel soccorrere i due unici Babbi rimasti perché i bambini potessero ricevere i doni lungamente attesi.

Età per cui lo suggerisco: lettura ad alta voce dai 3 anni – lettura autonoma dai 6 anni02-reading-a-book

Valutazione: acquisto consigliato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...