“Chiarore lunare” di Barbara Cartland – Recensione

[Titolo originale: Light of the Moon] Il romanzo del quale ho scelto di parlare quest’oggi si può considerare uno degli esempi più classici della produzione della Cartland, ovvero una vicenda che accoppia una fanciulla incantevole ed intelligente (ma ingenua al limite dell’impensabile) con un affascinante libertino reso cinico dalle passate esperienze in campo sentimentale. Su … More “Chiarore lunare” di Barbara Cartland – Recensione

“Il duca di ghiaccio” di Mary Balogh – Recensione

[Titolo originale: Slightly Dangerous] Il mio giudizio in breve: Storia dal ritmo troppo lento, penalizzata da un’introspezione dei personaggi non ben condotta. Nel libro, soprattutto fino alla metà circa, non accade quasi nulla e tutto ruota solo sull’attrazione fra i protagonisti, che i due cercano di soffocare perché si sentono vicendevolmente inadatti all’altro. Se fosse … More “Il duca di ghiaccio” di Mary Balogh – Recensione

“La sposa di Newgate” di John Dickson Carr – Recensione

[Titolo originale: The bride of Newgate] Il mio giudizio in breve: Avvincente romanzo che coniuga amore e mistero sullo sfondo romantico dell’Inghilterra ottocentesca. A volte si snoda con poca linearità, penalizzando in parte la componente mistery a favore dell’atmosfera storica, ma la ben resa ambientazione regency rende più perdonabili gli occasionali punti nebulosi della trama. … More “La sposa di Newgate” di John Dickson Carr – Recensione

“Libera di amare” di Barbara Cartland – Recensione

[Titolo originale: Free from Fear] Libro originale nel panorama della Cartland in quanto per una volta la protagonista si trova non solo a dover nascondere la propria identità, ma anche a dover accettare un lavoro servile molto al di sotto della sua cultura e sensibilità. Ne deriva una storia insolita anche se non sempre credibile, … More “Libera di amare” di Barbara Cartland – Recensione

“Venetia – Una passione irresistibile” di Georgette Heyer – Recensione

[Titolo originale: Venetia] Il mio giudizio in breve: Appassionantissimo romanzo, ricco di colpi di scena, soprattutto nel finale, e che a mio parere si qualifica indiscutibilmente come una lettura da non perdere. Gli aspetti che ho apprezzato di più sono sicuramente i dialoghi frizzanti ed il carattere spigliato della protagonista. Dopo aver citato tante volte … More “Venetia – Una passione irresistibile” di Georgette Heyer – Recensione

L’estratto della settimana: “Ritorno a Becket Hall” di Kasey Michaels

In realtà a dispetto del titolo del post, l’estratto che ho letto negli ultimi giorni era quello di un volume comprendente ben quattro romanzi della Michaels, ovvero i primi quattro libri dedicati alla saga d Becket Hall: “Ritorno a Becket Hall“, “Una debuttante pericolosa“, “Il segreto di Eleanor“, “Un matrimonio di convenienza“. Siccome però l’anteprima … More L’estratto della settimana: “Ritorno a Becket Hall” di Kasey Michaels

La parola ai lettori: una seconda opinione su “La pedina scambiata” di Georgette Heyer

Sono felice di pubblicare quest’oggi un post che mi appartiene solo in minima parte e che è invece costituito dalle opinioni di uno di voi lettori, Pietro, che grazie alle recensioni trovate sul blog è diventato in breve un estimatore di Georgette Heyer. E’ la prima volta che mi trovo, al di fuori della sezione … More La parola ai lettori: una seconda opinione su “La pedina scambiata” di Georgette Heyer

Opinioni su uno scrittore: Georgette Heyer

Dopo aver recensito alcuni dei più bei romanzi della Heyer e averla citata come pietra di paragone nei post relativi alle opere regency di altre autrici, non posso fare a meno di dedicare dello spazio a questa acclamata e prolifica scrittrice che si ritiene sia la creatrice della narrativa romantico-storica moderna. Nata a Wimbledon, vicino … More Opinioni su uno scrittore: Georgette Heyer

“La sposa obbediente” di Mary Balogh – Recensione

[Titolo originale: The Obedient Bride] Il mio giudizio in breve: L’avvio è un po’ lento, la fine forse troppo sbrigativa. Geoffrey prende continuamente decisioni che nell’istante successivo disattende, e Arabella, prima docile ma intransigente, capitola all’improvviso. Bella l’idea ma solo così così la realizzazione. Mi aspettavo di meglio.